È sbarcato da poco su Netflix il nuovo film che vede come protagonista Will Smith nei panni di un agente di Polizia in un mondo fantastico. Diretto da diretto da David Ayere scritto da Max Landis, Bright è genere thriller/fantastico, pronto a deliziare gli spettatori con effetti speciali ben realizzati e una trama semplice quanto bellissima.

Dopo un incidente con un criminale orco, l’agente Scott Ward ( Will Smith ) viene sospeso momentaneamente dal servizio. Passato il periodo di riabilitazione, Scott rientra, e si ritrova nuovamente come compagno di servizio Nick Jakoby, un mezzo orco giudicato e deriso da tutti a causa del suo fallimento nel proteggere il suo collega.
Durante il servizio, i due agenti si ritroveranno coinvolti in un misterioso e oscuro crimine, che rischia di coinvolgere la vita di tutte le razze sul pianeta.

Il mondo di Bright, uguale a quello che noi tutti conosciamo, ha subito un evoluzione legata al integrazione di altre razze diverse dagli esseri umani come orchi, elfi o fate, quindi non aspettative di vedere strane città, auto volanti o armi super tecnologiche, tutto sarà come quello che noi conosciamo e che vediamo ogni giorno. Purtroppo però anche in questo mondo,che sembra all’ apparenza fantastico,  è presente la discriminazione raziale, ma in questo caso saranno gli orchi le vittime di razzismo sopratutto l’ agente Jakoby che, diversamente dal suo popolo, ha deciso di prestare servizio per le forze dell’ ordine con la consapevolezza di essere visto malamente dai propri colleghi. Parlando dello sviluppo caratteriale dei personaggi, posso dire che l’ agente Ward sia quello che ha una grande evoluzione caratteriale , infatti l’agente cambierà totalmente atteggiamento verso il suo collega. All’ inizio cercherà in tutti i modi di evitare legami con l’ orco per poi arrivare persino a giocarsi tutto per lui. Insomma Will Smith come al solito dimostra di essere un grande attore e per quanto gli altri, sopratutto Joel Edgerton sia decisamente bravo, non riesce comunque a stare dietro all’ esperienza dell’ attore Hollywoodiano.

Gli effetti speciali presenti nel film sono ben realizzati anche se mi aspettavo di vedere molta più magia infatti, tolte qualche scene particolari, la pellicola non spinge al massimo quello che possiede. Alla fine Bright parla di un mondo, come detto qualche riga sopra, di un mondo popolato da creature fantastiche, ma si ritrova alla fine a raccontare l’ avventura di due agenti e proprio la presenza di Will Smith ricorda molto Bad Boys. Insomma secondo il mio pensiero potevano puntare molto di più sul mondo magico e molto meno sul mondo normale. La colonna sonora invece è stata scelta molto bene, sopratutto i due brani presenti: Danger” di Migos & Marshmello, e “Home” di Machine Gun Kelly, X Ambassadors & Bebe Rexha.

In conclusione posso dire che Bright è un film ben realizzato, ma che poteva dare molto di più sopratutto sulla parte fiabesca. L’ assenza di approfondimenti, soprattutto riguardanti il passato, fanno sicuramente sperare in un sequel che potrebbe dare le risposte a tutte le domande presenti nella pellicola


Di seguito tutti i canali sui quali potete seguirci per restare sempre aggiornati con QuestNews.it:


Pagina ufficiale Facebook

Canale YouTube ufficiale

Canale ufficiale Telegram QuestNews

Gruppo ufficiale Telegram QuestNews (Videogiochi)

Gruppo ufficiale Telegram Quest News (Fumetti, libri, animazione e serie TV)

Sono un ragazzo con un obiettivo preciso, crescere nel mondo videoludico e portare la mia redazione al successo. Ci sarebbe molto da dire su di me, ma è meglio che siate voi a scoprire chi sono.

Rispondi