Suburra 3- Recensione

La terza stagione di Suburra entra con tutta forza sul portale di streaming, anche dopo un anno davvero molto delicato e pericoloso a causa del Covid-19. Aureliano e Spadino non mollano, soprattutto dopo la perdita del loro caro amico e la grossa guerra che incombe contro il terribile Samurai. Violenza,  tristezza, nostalgia e tanta drammaticità, ecco cosa possiede questa terza e ultima stagione dei criminali di Roma.

34168725 5F6A 4669 A669 8FF268C73EA1

Aureliano e Spadino sono a pezzi dopo la scomparsa di Lele e continuo senza sosta a pensare alla vendetta nei confronti di Samurai. Cinaglia intanto continua la sua avanzata per poter avere la posizione che tanto ambisce, comandare Roma e non doverla spartire con nessuno. I giovani criminali sono pronti al confronto finale ma dovranno avere ancora una volta a che fare con le loro vite private, infatti Manfredi è deciso a eliminare suo fratello e riprendere in mano il comando della famiglia e far fuori una volta per tutto la stirpe degli Adami.

D647671C 93F8 4AF1 BE9C 943FAD1F3E0C

Suburra 3 parte spedita e non rallenta mai, dando allo spettatore la sensazione che ogni minuto potrebbe essere quello decisivo. Già chiaro dalla seconda parte, questa ultima stagione conferma come la serie tv sia totalmente diversa dalla pellicola, infatti prende svolti inaspettati e capaci di lasciare a bocca aperta già durante il primo episodio. Aureliano e Spadino sono cambiati ancora una volta, maturando una amicizia davvero molto forte, soprattutto da parte del mancato numero 8, che nella serie tv sembra essere in realtà un Aureliano di un altro universo alternativo, decisamente meglio di quello che appare nel film.

519AF5B7 09B7 4B47 AC17 D36921629F09

La fotografia appare magistrale, soprattutto durante l’azione. Ogni inquadratura dona una grande prospettiva alle scene, mostrando quindi ogni singolo movimento dei personaggi. Il cast si compone di Aureliano (Alessandro Borghi) Spadino (Giacomo Ferrara) Amedeo Cinaglia (Filippo Nigro) Samurai (Francesco Acquaroli) Manfredi Anacleti (Adamo Dionisi) Sara Monaschi (Claudia Gerini) Angelica (Carlotta Antonelli) Nadia (Federica Sabatini) Alice Cinaglia (Rosa Diletta Rossi) Adelaide Anacleti (Paola Sotgiu) Cardinale Fiorenzo Nascari (Alberto Cracco) Adriano (Jacopo Venturiero). Molti personaggi usciranno di scena senza una giusta motivazione, altri come la poliziotta interpretata da Cristina Pelliccia non appariranno nemmeno, cosa che potrebbe confondere molto i fan dopo la conclusione della seconda parte. Il comparto sonoro è ancora una volta riempito dal rap romano Piotta. Ottimo il doppiaggio in inglese che risulta corretto in ogni singola parola, anche se comunque grazie ai sottotitoli anche gli stranieri possono godere dele voci originali.

39DFAEC8 89D0 467D 8830 0074155999EB

In conclusione Suburra 3 conclude la scalata al potere su Roma da parte dei giovani ragazzi che proprio attraverso un errore commesso da Lele, si sono ritrovati in una stanza a guardare quanto in realtà i potenti di Roma non siano altro che persone marcie e corrotte.

Potrebbero Interessarti