CD Projekt RED: le azioni sono crollate del 25%

A seguito di ben 3 rinvii, uno comunicato pochi giorni fa, CD Projekt RED si sta ormai preparando all’uscita di Cyberpunk 2077 nel migliore dei modi. E’ noto infatti che l’azienda polacca abbia degli obiettivi ben chiari per il suo prossimo Rpg, uno dei quali è appunto un’uscita in uno stato pressoché perfetto per raggiungere un metascore di almeno 90/100. Nonostante ciò questi tre rinvii hanno sicuramente destato gli animi dei fan, così come anche gli investitori. Difatti, secondo molte fonti, tra cui Gameindustry.biz, le azioni di CD Projekt sarebbero scese del 25% in due mesi; un crollo davvero impressionante che è indiscutibilmente dovuto ai continui ritardi di Cyberpunk 2077.

Da agosto le azioni di CD Projekt, mese in cui la Software House polacca ha raggiunto il suo personale picco a 9.6 miliardi di dollari, sono scese dopo due mesi di 2.5 miliardi di dollari ed adesso valgono circa 7.2 miliardi di dollari. Per rendere chiara la situazione, un azione dell’azienda ad agosto valeva 116,50 dollari, mentre adesso ne vale 85. Numeri davvero problematici che ovviamente contano di risalire con l’uscita di Cyberpunk 2077.

CD Projekt RED nel suo ultimo comunicato legato al terzo e ultimo rinvio al 10 dicembre 2020 del titolo aveva affermato come questi 21 giorni sarebbero serviti agli sviluppatori di ottimizzare il titolo per tutte le piattaforme su cui il gioco uscirà, ben 9. Non solo, il tempo sarebbe stato necessario per garantire anche la consegna in tempo delle copie. Tutto questo affanno, a detta dell’azienda sarebbe dovuto allo smart working causato dalla pandemia mondiale che ha ovviamente rallentato a dismisura i lavori, specialmente se parliamo, come in questo caso, di un titolo mastodontico come Cyberpunk 2077.

Fonte

Per rimanere sempre aggiornati, seguiteci sui nostri canali social!

Potrebbero Interessarti