Share on facebook
Share on twitter

The Pathless-Recensione

Ormai siamo abituati a vedere videogiochi nascere dal nulla e molte volte sono proprio quelli appartenenti alla categoria “Poco famosi” a rivelarsi dei veri e propri gioielli. The Pathless è uno dei videogiochi pubblicati da poco e che alla spalle non ha una grossa cifra, ma sappiamo bene che non è la spesa grossa a rendere qualcosa fantastico giusto? Dopo la comparsa del Godslayer, l’isola un tempo magica e splendente ha finito per trasformarsi in un luogo arido e pregno di oscurità. Anche dopo l’intervento di numerosi guerrieri, l’entità oscura ha continuato a regnare incontrastata, ma una giovane cacciatrice sembra essere in grado di fermare tutto questo e rimuovere una volta per tutte l’oscurità dall’isola. La trama di The Pathless si presenta chiara e senza nodi complicati anzi, il titolo non punta assolutamente su questo lato e si mostra con qualcosa si molto semplice. Attraverso i corpi dei guerrieri caduti sarà possibile però trovare approfondimenti del passato e informazioni sul popolo ormai caduto, ma sarà perlopiù una cosa secondaria, visto che il vostro solo e unico scopo sarà quello di distruggere l’oscurità.

A6A4F9E6 9924 4F29 809C A317CABE5BA2 e1606110701231

Il mondo di gioco appare vasto e aperto, dando quindi al giocatore la possibilità di esplorare fin da subito tutto quello che c’è all’interno, anche se non troverete grosse città o fattorie dove qualcuno vi donerà qualcosa, visto che il mondo di The Pathless è ormai composto soltanto da edifici abbandonati e folte foreste, suddivise in territori comandanti da animali corrotti dallo oscurità. Il vostro compito all’interno di queste aree sarà quello di recuperare i manufatti da collocare su dei grossi totem sparsi per la mappa, così da poter sbloccare la possibilità di combattere il boss di zona. Non meno importante anche la ricerca dei  talismani, che dovrete colpire con la freccia per poter assorbire l’energia e potenziare le vostre abilita. Passando a parlare più nel dettaglio del gameplay, la giovane cacciatrice potrà usufruire di movimento agili e veloci, che gli permetteranno non solo di spostarsi rapidamente, ma anche schivare gli attacchi furiosi dei nemici. Grazie alla presenza di un terzo occhio sfruttabile attraverso una maschera particolare, potrete visionare la posizioni degli oggetti chiave, ma non abusatene troppo, visto che rallenterà i movimenti. Anche il falco avrà un suo ruolo nell’avventura, soprattutto nei momenti dove dovrete risolvere gli enigmi o per aiutarvi a superare distanze impossibili con un semplice salto.

DCC1DF78 0852 407C 8395 BE1BAA235F96 e1606110754545

La grafica si presenta con uno stile artistico e con colori ben definiti che, grazie a una colonna sonora di tutto rispetto, riescono a essere una bellezza sia per gli occhi che per le orecchie. La longevità invece non sarà molto alta, visto che basteranno una manciata di ore (tra le sei o sette ore) per concludere l’avventura. Inoltre a causa della difficoltà non molto elevata, molti giocatori potranno godere semplicemente del lavoro che gli sviluppatori hanno voluto dare alla grafica e sonoro.

AC3DEB3F 59F2 453B BEF4 8413F787D055 e1606110841690

In conclusione The Pathless si presenta come un titolo dalle grande potenzialità, ma che poteva sicuramente dare molto di più sul lato gameplay e longevità. Per chi volesse comprarlo per la Playstation 5, sappiate che mantiene i 60 fps fissi e con un ottima televisione, passerete qualche ora di puro piacere.

Potrebbero Interessarti