Share on facebook
Share on twitter

Godfall-Recensione

Con l’arrivo di Playstation 5, ecco che sono apparsi anche i primi videogiochi che hanno come unico scopo quello di inoltrare i giocatori in questa nuova next-gen. Godfall, titolo creato dai ragazzi di Counterplay Games, attraverso i trailer ha mostrato quello che sembrerebbe a tutti gli effetti il primo videogioco action della quinta console Sony, ma sarà in grado di soddisfare? Vediamolo insieme. Dopo essere stato sconfitto e buttato nei meandri più bassi del reame da suo fratello Macros, il guerriero Orion è pronto a reclamare il trono e spodestare una volta per tutte il malvagio fratello. La trama non gode di nessuna novità e racconta una storia già vista e rivista, inoltre la mancanza di approfondimenti porta GodFall a essere vuoto e privo di una scossa in grado di far nascere la curiosità nel giocatore. Analizzando per bene il titolo durante l’avventura è però chiaro come in realtà siano stati fatti anche molti tagli, scelta che forse è stata presa per poter rendere disponibile il titolo al lancio della console. Tutto sommato quindi con la durata di dieci ore circa e con il grave problema nella narrazione, non sorprenderebbe se Godfall andrebbe a deludere molti giocatori.

E7AAA166 BC06 4CEE B3F4 1C1770449535 e1606676918784

Il gameplay si presenta come un action puro con visuale in terza persona, dove grazie ai vari attacchi prestabiliti e alle combo devastanti, andrete a sbaragliare i nemici. Nel combattere le orde di mostri che cercheranno di fermare la vostra avanzata, potrete ottenere del bottino da poter usare per potenziare l’equipaggiamento di Orion, che potrà scegliere tra un totale di dodici armature valorplate. Anche l’arma potrà essere cambiata, dando quindi la possibilità di scegliere quella che più vi aggrada, sfruttando persino i due attacchi speciali che ognuna possiede. Lo sviluppo invece si basa sui talenti suddivisi in venticinque abilità, da scatenare in qualsiasi momento per agevolare la scalata verso Macros. Per quanto ci sia una grossa varietà di attacchi o equipaggiamenti, la difficoltà di gioco non si sposa per nulla con il sistema, infatti non sarà così alta da mettervi in serie difficoltà, soprattutto se sceglierete di affrontare l’avventura con la modalità normale.

7CC8B523 6B5C 4AA5 A13E 5766D563AFF6 e1606676947325

L’ambientazione si suddivide in tre reami, dove prima di poter procedere, avrete il compito di portare a termine le missioni. Parlando della vastità delle mappe, quest’ultime saranno composte da cunicoli o lunghi corridoi, che finiranno per sfociare in piccole aree che saranno adibite perlopiù come campi da battaglia. Non ci sarà dunque una grossa libertà di movimento nelle tre zone, quindi non aspettatevi di poter scorrazzare qua e là. Un lato davvero molto positivo di Godfall è la grafica di gioco, infatti gli sviluppatori hanno puntato molto a rendere tutto quello presente all’interno stupefacente per gli occhi. Avrete modo inoltre di scegliere due modalità grafiche ben distinte, la prima potenzierà il dettaglio grafico rimanendo fisso ai 30 fps, mentre il secondo punterà sui 60 frame e soprattutto a dare una maggiore fluidità. Inutile dirvi come la seconda scelta sia quella che si sposa meglio con la velocità del gioco.

5FAC768E 2307 4B54 80C3 AD9C6D9DAEE5 e1606676979879

Presente anche la possibilità di giocare in compagnia di amici, anche se non sarà possibile farlo con il matchmaking e quindi dovrete per forza scegliere di giocare con amici presenti nella vostra lista psn. Ricordate inoltre che Godfall dovrà essere collegato costantemente a internet, quindi in caso di mancata connessione dovrete ricominciare da capo la missione che avevate intrapreso. Il doppiaggio è completamente in italiano ed è stato fatto un ottimo lavoro nella assegnazione delle voci

7F17C1F6 70B5 4A7E A4EF 80B367FB3E78 e1606677038905

In conclusione Godfall non riesce pianamente a soddisfare sotto i singoli punti di vista anzi, nel complesso non riesce proprio a essere considerato un prodotto piacevole. L’assenza di una storia, un gameplay pieno di roba ma che a causa della difficoltà sono inutili, portano quindi il videogioco di Counterplay Games a essere tranquillamente evitabile, un peccato visto essere uno dei primi titoli apertura di questa next gen

Potrebbero Interessarti