Condividi su facebook
Condividi su twitter

Fate : The Winx Saga – Recensione

Fate : The Winx Saga accontenta tutti

Fate : The Winx Saga è arrivato su Netflix. Con il passare del tempo, i cartoni animati sono riusciti a rimanere dei prodotti in grado di soddisfare una moltitudini di generazioni, riuscendo sempre ad adattarsi coi tempi. Per quanto la maggior parte dei prodotti animati siano stati creati in Giappone, nel 2004 ecco che apparve un cartone animato creato nel nostro paese da Iginio Straffi, un regista e produttore cinematografico che diede vita alle Winx.

Fin dalla prima messa in onda, il gruppo composto da cinque ragazze riuscì a entrare nel cuore delle persone, grazie anche alla caratterizzazione di ogni singolo personaggio. Con il passare del tempo, venne creato un vero e proprio franchise mastodontico, anche grazie alla distribuzione in più di centocinquanta paesi.

Seguendo questo fenomeno ormai mondiale, Netflix ha deciso quindi di produrre una serie tv, adattandola ovviamente a un pubblico molto più maturo di quello che il cartone animato intrattiene ancora tutt’ora.

BAA1E630 9296 444E 9622 5C106003290C

Bloom é una giovane ragazza che ha da realizzato di essere una fata in grado di manifestare l’elemento del fuoco. Dopo aver ricevuto l’invito di poter studiare e imparare a controllare la sua magia in  una scuola per fate, scoprirà che il suo passato è avvolto dal mistero. Dovrà quindi far luce sulle sue origini, ricevendo l’aiuto da altre quattro ragazze dell’istituto nonché sue compagne di stanza, mentre oltre i confini della barriera magica, qualcosa di mostruoso ha appena fatto ritorno. La trama mantiene le basi della serie animata, ma sceglie di percorrere una strada molto più matura e aggressiva, riuscendo quindi ad adattare una storia che ha delle basi davvero buone a un pubblico più adulto. In questa prima stagione composta da sei episodi dalla durata di cinquanta minuti circa, non verranno mostrati tutti i luoghi che compongono il mondo delle fate, ma rimarrà perlopiù nei dintorni della scuola situata ad Alfea. Scordatevi inoltre di avere maggiori approfondimenti sul passato delle altre ragazze che accompagneranno la protagonista, infatti questa prima parte sarà perlopiù incentrata su Bloom.

9BB097E3 A01D 4EC6 BEC4 D02B12ED5424

Le riprese appaiono molto chiare, soprattutto durante i momenti di azione o nei combattimenti corpo a corpo. Nota positiva anche a gli effetti speciali usati per ricreare le magie delle fate, mentre meno convincenti quelle sulle creature antagoniste, che rimarranno perlopiù nell’ombra senza esporsi troppo alla vista dello spettatore. Il cast si compone di giovani volti, altri invece già apparsi all’interno della libreria di Netflix come per esempio Abigail Cowen, apparsa nella serie Le Bizzarre avventura di Sabrina. Le attrici scelte per interpretare il team di fate, riescono a cavarsela egregiamente, soprattutto Elisha Applebaum e Precious Mustapha, che non mostrano assolutamente la differenza di esperienza con altri volti già noti al pubblico. Il comparto sonoro non appare per nulla invasivo anzi, riesce a dare la giusta carica nei momenti scelti, sposandosi per bene nel contesto tecnico generale costruito dalle registe Lisa James Larsson e Hannah Quinn.

074F8F84 A2E1 4307 B5B7 111B71F622A4

In conclusione Fate : The Winx Saga riesce a soddisfare pienamente quei fan cresciuti con l’opera animata, ma anche quegli spettatori che non hanno invece mai visto nulla riguardante le giovani fate. Sicuramente si tratta di un prodotto che ha ancora molto da mostrare e che sicuramente potrà migliorare ulteriormente. Le basi sono buone e la trama molto piacevole, con parecchi colpi di scena che riusciranno a lasciare di sasso.

Potrebbero Interessarti