Monster Hunter Rise – Recensione

Monster Hunter Rise non delude

Monster Hunter é una di quelle serie che sembra aver trovato le giuste dosi per essere sempre apprezzata, qualsiasi essa sia la console scelta per il capitolo.

Partito per la console fissa Playstation, Monster Hunter ha ricevuto una cerchia di appassionati soprattutto dopo l’uscita sulle console portatili Nintendo, per poi ricevere un grosso afflusso di giocatori con la ripubblicazione su console Playstation 4.

Il gioco torna però nuovamente su Nintendo, scegliendo la console ibrida e dando quindi due modi diversi per poterlo giocare, comodamente sul televisore o all’aperto come un vero cacciatore.

Monster Hunter Rise è quindi pronto a far vivere nuove avventure?

745ED582 9771 465A 902A 3B3728D1778E

Il villaggio Kamura viene ciclicamente tormentato da un tremendo evento denominato Furia, dove gruppi di mostri attaccano senza sosta le case degli abitanti. Scelto dal saggio Fugen, il protagonista avrà il compito di fermare questa piaga che colpisce il villaggio, usando tutte le abilità da cacciatore che gli sono state insegnate.

La trama di Monster Hunter Rise si presenta in un modo davvero molto semplice, anche se non possiamo comunque dire che quelli precedenti avessero una storia più intensa. Prima di lanciarsi nell’azione, come di consueto il giocatore dovrà dare vita al proprio alter ego attraverso un editor davvero ben fatto, creando inoltre il quadrupede Canyne, un nuovo compagno di avventura oltre l’ormai iconico Felyne.

Conclusa la creazione, scoprirete il luogo che farà da base principale e troverete tutti i vari NPC pronti ad aiutarvi grazie alle loro mansioni. Nel hub ci sarà anche Senri, un Felyne che avrà come scopo quello di essere da tramite per la modalità online del gioco, in caso vogliate andare a caccia in compagnia dei vostri amici.

Soffermandomi a parlare per un attimo della modalità è davvero ottimo il lavoro svolto da Capcom per poter fare interagire tutti i giocatori del mondo, cosa che per i veri cacciatori è qualcosa di estremamente importante.

93D643F6 EA69 4647 8863 343C01308B0E
La struttura di gioco si compone di due tipologie differenti di missioni, progresso villaggio e progresso base.

La prima consiste nel portare a termine gli obbiettivi principali per andare avanti con la storia, mentre la seconda vi porterà a cacciare svariate tipologie di mostri, ma è giusto far notare che darà soltanto il meglio dopo la conclusione della trama, soprattutto in compagnia grazie alla modalità online.

Tornando a parlare della modalità narrativa, avrete dei compiti da portare a termine prima di poter sbloccare la missione successiva, ma non ci sarà un obbligo nel farlo anzi potrete liberamente decidere di dedicarvi alla raccolta dei materiali, un azione fondamentale del gioco che vi permetterà di creare pozioni o tremende trappole per i nemici.

Decidendo quindi di andare in esplorazione, sarete liberi di muovermi all’interno della mappa, suddivisa in micro aree.

Inutile dirvi quanto in un gioco come Monster Hunter la ricerca d’ingredienti o Il ritrovamento di tracce sia qualcosa d’immensamente importante, quindi se siete nuovi a questa serie sappiate che la preparazione prima di ogni combattimento o spedizione sarà obbligatoria

36488576 21EC 4924 BB0B AA327F206B57

Il sistema di combattimento non presenta assolutamente battaglie frenetiche e prive di ragionamento, se pensate di poter impugnare una arma e lanciarvi all’attacco vi sbagliate di grosso, anche perché finirete molto probabilmente sconfitti.

Come già scritto, dovrete prepararvi a dovere, scegliendo gli oggetti da portarvi e soprattutto assicurarvi di mangiare prima di ogni missione, dandovi quindi modo di ottenere bonus sulle statistiche. Scelta anche una delle quattordici armi a disposizione che avranno ognuna un set di movimento diverso, ecco che potrete iniziare la caccia senza problemi.

Se abbiate deciso di prendere le doppie lame per essere più veloci o il possente martello per infliggere ingenti danni, sarete obbligati a imparare anche i movimenti di attacco del nemico, solo così potrete riuscire a uscire indenni dalla battaglia.

I nemici presenti saranno molti e ognuno con le proprie abilità e soprattutto grandezze, per non parlare poi della grossa differenza di aggressività. Lo sviluppo del personaggio avverrà non solo progredendo con le missioni di gioco, ma anche grazie all’ottenimento di armature o armi con differenti statistiche in grado di darvi modo di adattarvi a ogni scontro.

Per poter ottenere tali set sarà necessario che raccogliate pezzi del mostro specifico, quindi sarà necessario affrontare una creatura più volte per poter creare infine l’armatura o arma del nemico scelta.

Non basterà però soltanto raccogliere materiali per il vostro personale set, infatti anche il Felyne e il nuovissimo Canyne avranno bisogno delle protezioni giuste, visto che saranno indispensabile durante le missioni.

È possibile inoltre reclutare altre Felyne nel corso del gioco, che potranno farvi da supporto negli scontri o da raccoglitori di materiali grazie alla possibilità di mandarli in spedizioni per conto vostro, spetterà a voi decidere cosa fare.

1C897241 315F 46F2 B009 5B1F997A9BFA

Monster Hunter Rise propone varie novità o almeno per quanto riguarda i giocatori della serie.

Ho preferito infatti parlare di questi elementi ora, anche se l’insetto filo fa parte del gameplay di gioco e questo perché non solo posso approfondire  più nel dettaglio di queste novità, ma anche dare modo ai veterani di conoscere cose a loro completamente estranee fin ora.

Il sistema insetto filo è un oggetto che potrebbe ricordare a molti il rampino presente in World, ma in realtà il suo uso è molto più elevato, soprattutto nelle fasi offensive e difensive.

Sappiate però una cosa, questo gadget può essere usato limitatamente, elemento che elimina quindi il pensiero di abusarne in ogni situazione, certo avanzando troverete cariche in grado di darvi potenziamenti nell’uso, ma comunque rimarrà qualcosa da dosare per bene.

Non voglio però entrare molto nel dettaglio sulle varie possibilità di uso del l’insetto filo, ma sappiate che potrete usarlo anche per cavalcare gli Wyvern, così da farli non solo scontrare con altre creature, ma usarli per distruggere elementi dell’ambiente.

Durante la cavalcatura, potrete inoltre compiere diverse azioni, come attaccare o sfruttare l’abilità finale “Punitore cavalcabile”, ma soltanto dopo aver caricato la barra apposita.

Spendendo invece qualche parola sul nuovo compagno, il Canyne vi permetterà di spostarvi rapidamente nelle zone di caccia eliminando i tempi morti, questo è il vero motivo della sua introduzione nel gioco. 

Tecnicamente Monster Hunter Rise propone scenari ben realizzati e una qualità davvero eccezionale, soprattutto per i personaggi e le creature presenti.

La console Nintendo riesce a mostrare tutto il suo potenziale, mantenendo anche i trenta fps stabili che in poche occasioni mostreranno un calo.

D3A6D044 4FD5 4EB6 BE0A 4F680AE46D70

In conclusione Monster Hunter Rise è un capitolo ben fatto e pensato sia per i fan di vecchia data che per i neofiti che si avvicineranno per la prima volta.

Grazie inoltre al tutorial molto semplice e intuitivo, sarà facile lanciarsi subito alla conquista dei mostri di Kamura, riuscendo a farvi provare un esperienza davvero fantastica.

Monster Hunter Rise
  • 7.5/10
    Trama - 7.5/10
  • 8.5/10
    Gameplay - 8.5/10
  • 8/10
    Grafica - 8/10
  • 8.5/10
    Contenuti - 8.5/10
8.1/10
Monster Hunter Rise
  • 7.5/10
    Trama - 7.5/10
  • 8.5/10
    Gameplay - 8.5/10
  • 8/10
    Grafica - 8/10
  • 8.5/10
    Contenuti - 8.5/10
8.1/10

Potrebbero Interessarti

Resident Evil pronto a tornare su Netflix È passato molto tempo dall’ultima notizia riguardante la live action di Resident Evil,