Condividi su facebook
Condividi su twitter

Call of Duty: Warzone, Verdansk esplode ma con la mappa anche i server cadono

Cosa sta succedendo a Call of Duty: Warzone? Oggi è finalmente difatti arrivata l’attesissima stagione 3 che promette dei cambiamenti radicali alla mappa di Verdansk in seguito ad un’esplosione nucleare e a diversi bilanciamenti e trasformazioni del gioco. Con l’evento dedicato alla detonazione del razzo sulla mappa, se ne sono andati anche i server di Raven Software che non hanno retto la mole di giocatori e il nuovo aggiornamento. Tanto che la software house avrebbe momentaneamente chiuso i server. Ad ogni modo è possibile accedere alla nuova Verdansk tramite partite private e sul web è già possibile trovare anteprime sulla nuova mappa come questa qui sotto.

L’iconica mappa di Call of Duty: Warzone è dunque cambiata in seguito all’evento di ieri con un missile nucleare che ha colpito l’area e ha fatto saltare in aria tutto. A quanto pare dunque, la nuova mappa vedrebbe una Verdansk tornare indietro nel tempo, precisamente al 1984 con tutta una serie di nuovi modelli e colori per gli edifici delle aree più famose e contraddistinte della mappa e così via, come la Diga per esempio. A cambiare è anche la mappa del gulag, che adesso è diventata la Standoff di Black Ops 2. L’invasione zombie è dunque conclusa con il lancio del razzo ma molti giocatori si sarebbero persi l’evento a causa appunto dei server caduti.

Fonte

Annunci

Per rimanere sempre aggiornati, seguiteci sui nostri canali social!

Potrebbero Interessarti