Condividi su facebook
Condividi su twitter

Samurai Gourmet-Recensione

I programma televisivi sulla cucina sono sempre molto apprezzati, soprattutto perché riescono addirittura a invogliare cimentarsi tra i fornelli. Samurai Gourmet non è però soltanto una serie televisiva sul cibo, ma qualcosa di molto più profondo. Insieme a Takeshi Kasumi infatti lo spettatore farà un viaggio nel mondo della cucina, tra ristoranti di lusso e piccoli negozi di provincia. Ormai un uomo pensionato, Takeshi Kasumi inizia a occupare il suo tempo esplorando il mondo della ristorazione, cercando di somigliare a un samurai senza padrone, anche se il più delle volte finirà per rimanere in silenzio in certe situazioni. La trama, per quanto si presenti in modo semplice, riesce a trasmettere molti insegnamenti di vita riguardanti il lavoro e il rispetto, cose del tutto normali per il popolo giapponese. La qualità della serie tv viene però mostrata attraverso le inquadrature durante la preparazione del cibo che, insieme al piacere provato da Kasumi mentre lo mangia, riesce a conquistare perfettamente il pubblico. Molto ironico anche le molteplici comparse di un samurai immaginario, soprattutto durante certi avvenimenti particolari come per esempio il dover affrontare un cliente maleducato o una pessima padrona

47C0C428 3729 4388 9881 36F2A988FF54

Composto da dodici episodi dalla durata di venti minuti circa, Samurai Gourmet offre in ogni episodio una nuova avventura, senza mai sfociare nella noia, infatti la puntata scorrerà così velocemente che in poco tempo vi ritroverete verso la parte finale. L’interpretazione degli attori è davvero buona, in particolare quella dei personaggi che appariranno una volta soltanto. Nulla da dire invece per Naoto Takenaka, attore (ma anche cantante e regista) giapponese molto popolare in oriente, soprattutto anche per aver prestato la sua voce in opere come L’era Glaciale (Diego la tigre), Pokémon- L’incantesimo degli Unown (Entei) e One Piece: Avventura sulle isole volanti (Shiki). Il comparto sonoro gode di una grossa qualità del suono, mentre  ottima la traduzione dei sottotitoli italiani (disponibile soltanto in lingua originale

32028CEB D953 4CB3 8028 0D608C3DB5AC

In conclusione Samurai Gourmet è una piccola mini serie che deve essere assolutamente vista dai fan del Giappone e soprattutto della cucina. Non sentitevi strani se alla conclusione proverete un senso di affetto verso il pensionato Takeshi, perché saranno proprio i suoi modi a farvi innamorare di questa piccola opera.

Potrebbero Interessarti