Condividi su facebook
Condividi su twitter

Grime-Recensione

Grime, sulla buona strada

Avete mai pensato di unire due videogiochi e vedere cosa esce fuori da questa fusione? Un minuscolo team israeliano chiamato Clover Bite è riuscito a fare ciò, unendo lo stile Souls insieme a quello di Hollow Knight, dando vita a Grime. Con una impostazione 2D e uno stile grafico davvero particolare, il titolo partorito da un team alle prime armi riesce a conquistare i cuori dei giocatori, soprattutto quelli amanti della sfida e soprattutto dello stile Metroidvania.

Grime

Immaginate un mondo che funziona al contrario, dove essere grezzi e senza una forma squadrata è sinonimo di perfezione, mentre all’inverso invece si è etichettati malamente o per sintetizzare definiti stigma. Il mondo di Grime si presenta così, con creature bizzarre e senza una forma corretta, dove il protagonista dovrà lottare per potersi muovere all’interno di tunnel sotterranei arrivando fino alle viscere, per poi risalire verso la luce. La narrazione si presenta confusa e misteriosa, proprio in stile Miyazaki, infatti ogni ambientazione o anche un singolo dialogo, nascondono dei frammenti di storia, che sicuramente riescono a creare interesse e curiosità

5EDC0FFA B936 4098 A0EF 1E7EB482F4B4 e1628506871733

Il gameplay di gioco si presenta davvero molto interessante, soprattutto sul lato combat system, dove la scelta degli sviluppatori ha portato la parata a essere non solo una semplice azione per difendersi, ma anche l’unica via per potersi curare, infatti non saranno presenti fiaschette miracolose ma unicamente il vostro intuito nel capire il momento giusto. Il protagonista avrà a disposizione varie abilità, ottenibili fronteggiano i nemici, inoltre la stessa essenza che potrete usare per curarvi, potrà essere spesa per aumentare le statistiche nei punti di salvataggio, che avranno la funzione simile al falò in Dark Souls. La difficoltà non appare nel prime ore molto ardue, anche se avanzando nell’avventura, quest’ultima aumenterà gradualmente. All’interno dei lunghi tunnel, sono presenti svariate tipologie di creature, ma il tocco di classe è stato dato tutto hai boss, davvero ben realizzati e capaci di lasciare il segno. L’ambientazione è un altro elemento ben riuscito, infatti gli sviluppatori hanno voluto creare qualcosa di molto macabro unendo vari stili. I tunnel che si diramano verso varie direzioni, possono essere completamente esplorati e non mancano  aree segrete accessibili solo dopo determinati avvenimenti, in più grazie alla spruzzata di platform, vi ritroverete a risolvere dei gli enigmi ambientali davvero bene fatti.

201181F4 AFC2 4885 93C1 EA1A893D4DAD e1628506900420

Graficamente non si può sicuramente elogiare molto, ma tenendo conto dell’impegno che gli sviluppatori hanno dato per realizzare Grime, merita comunque di essere applaudita. Sicuramente un tocco in più sulla calibrazione dei movimenti e qualche errore in meno, sarebbe stato meglio,ma è davvero raro non trovare bug o frame rate stabili oggi giorno. Suoni e musiche pazzesche che si sposano per bene con lo stile di gioco, dando quindi una grossa immersione in più, soprattutto con delle cuffie professionali.

857C5F69 0551 4485 8335 DCEF1E456FAC e1628506931849

In conclusione Grime è un Metroidvania davvero ben riuscito e capace di trattenere quei giocatori che amano lo stile di Dark Souls. Sicuramente vedendo questo primo prodotto, possiamo dire con tutta franchezza che la strada presa dagli sviluppatori sia quella giusta

  • 8/10
    Trama - 8/10
  • 7.5/10
    Grafica - 7.5/10
  • 8/10
    Gameplay - 8/10
  • 8.5/10
    Sonoro - 8.5/10
8/10
  • 8/10
    Trama - 8/10
  • 7.5/10
    Grafica - 7.5/10
  • 8/10
    Gameplay - 8/10
  • 8.5/10
    Sonoro - 8.5/10
8/10

Potrebbero Interessarti