Agents from D.E.A.T.H. è il primo fumetto completo di Alessio Zanon che lo vede impegnato come disegnatore mentre alla stesura della scrittura ritroviamo Luca Amerio, già noto come sceneggiatore per la saga Esso.
Volevo innanzitutto ringraziare l'”editore” Torinese manfont avermi fornito la copia che è disponibile sin da subito al grande pubblico sul sito ufficiale della stessa casa editrice e che conta una spesa di 13.00 in un formato brossura. Per un accenno all’azienda manfont e le sue mansioni, vi rimandiamo a questo link ove abbiamo già trattato un fumetto promosso sempre da essa e ove dalla prefazione troverete quando detto in precedenza https://questnews.it/trumpolino-contro-tutti-un-viaggio-allinterno-della-propria-coscienza-per-abbattere-i-pregiudizi/

GLI AUTORI
Di origini romane e nato nell’88, Alessio Zanon ha avuto sin dall’infanzia una forte atrazione per il disegno. Prima di arrivare a pubblicare il suo primo fumetto, ha studiato alla nota scuola Internazione di Comics a Roma e, parallelamente, alla DAMS (acronimo di Discipiline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo) situata a Roma Tre.  Entrambi gli istituti gli serviranno da trampolino di lancio, dopo aver ulteriormente appreso alcuni studi da graphic designer, per arrivare nell’anno 2017 a fondare assieme con alcuni conoscenti ed amici la casa editrice BlackBoard Autoprduzioni ove Alessio è attualmente affiliato. Dopo tutti gli sforzi compiuti per veder pubblicato Agents from D.E.A.T.H, da come si evince nei ringraziamenti ad inizio volume, il giorno 10 dicembre Zanon vede finalmente coronato il suo sogno.

Luca Amerio, venuto al mondo ad Asti nel’81, svolge la funzione di docente nell’ambito della comunicazione e del cinema. Per i lettori che leggono da anni i fumetti targati manfont, è noto per essere uno fra quelli ad aver sceneggiato la trilogia di Esso. Oggigiorno lavora all’Università del Sussex ed alberga nella cittadina di Brighton.

CONSIDERAZIONI
Di genere spionaggio ed action, il fumetto narra le vicende di un gruppo di agenti reclutati in segreto dal magnate, nonchè uomo più benestante e potente degli Stati Uniti, Howard Hughes: la peculiarità alla base dell’arruolamento, effettuato nel corso di diversi luoghi ed anni, è che viene svolto ad invididui deceduti famosi a livello mondiale come Walt Disney oppure Errol Flynn e che verranno successivamente rianimati per merito di particolari nanosonde cui permettono di non poter invecchiare mantenendo inalterato il proprio aspetto.
Nel corso del tempo, grazie a rigidi allenamenti in ambito militare, i seguenti personaggi diventeranno a tutti gli effetti degli agenti con una propria funzione:

1. Walt Disney, pianificatore del team riguardanti le varie missioni.
2. Christine Granville, nota per sfoggiare la sua seduzione come prima arma e intercettatrice in ambito delle comunicazioni.
3. Errol Flynn, schermitore e soldato in prima linea quando vi è un combattimento.
4. Evelyn Sharp, guidatrice dei vari mezzi adottati nei vari incarichi.

I quattro protagonisti dovranno completare un incarico ufficiale lasciatogli da Howard Hughes: recuperare un’arma tenuta in segreto e progettata dai nazisti. Riusciranno ad ampiere al loro compito? A voi il piacere della scoperta.

Il fumetto, composto da 140 pagine, intrattiene il lettore sia con la giusta dose di adrenalina nelle concitate scene d’azione sia nei vari dialoghi dosati in modo sapiente a cui si aggiunge infine un pizzico di ironia. Il primo debutto di Alessio Zanon non delude: buoni gli sfondi ma ancor di più i primi piani dei vari personaggi cui quest’ultimi, inoltre, non farete fatica a distinguerli quando effettueranno movimenti, schivate e sparatorie.
Agents from D.E.A.T.H trae ispirazione, come visionerete, dalla nota serie tv Agents of S.H.I.E.L.D. riguardo all’agenzia ove i soggetti albergano ma forti sono i rimandi alla saga dell’agente 007, noto con il nome di James Bond. Da segnalare inoltre la particolare scelta di usare denominativi presi da persone reali: Walt Disney richiama ovviamente l’illustre produttore cinematografico nonchè disegnatore ed imprenditore; Christine Granville una spia polacca avente funzioni, durante la seconda guerra mondiale, esecutive speciali collaborando con la resistenza e reclutando volontari per fronteggiare gli invasori nazisti; Errol Flynn in riferimento all’attore australiano che interpretava film prevalentemente avventurosi e eroici ed infine Evelyn Sharp, aviatrice statunitense.
Consiglio la lettura a partire da un utenza avente circa 16 anni per la presenza di alcune scene che potrebbero disturbare i lettori più giovani e a chi vuole godersi una storia senza pretese ma che riesce a catturare l’attenzione del pubblico grazie alla sua semplicità. Speriamo di rivedere nuovamente in azione Il duo Zanon-Amerio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *