Indubbiamente il titolo che più di tutti sta facendo parlare di sé è il nuovissimo Apex Legends, battle royale di Respawn Entertainment, autori della saga Titanfall.
Vista la natura free to play del gioco ci si è molto interrogati sul sistema di monetizzazione del titolo sperando che esso possa essere il più etico possibile. Il design director di Respawn, Mackey McCandlish, ha infatti voluto chiarire questa questione durante un intervista per GameBeat.

Abbiamo deciso di utilizzare un sistema di monetizzazione etico. Molti oggetti sono a disposizione senza pagare, i personaggi possono essere ottenuti tranquillamente salendo di livello oppure comprati con soldi e crediamo che sia un modo bilanciato. Non volevamo essere pay-for-power ne tantomeno pay-to-win.”

McCandlish ha inoltre voluto ribadire come Respawn abbia sempre adottato una strategia molto trasparente e a favore dei videogiocatori: “Abbiamo dimostrato che ci interessa avere un rapporto etico con i consumatori. Già con Titanfall abbiamo rilasciato DLC con mappe completamente gratuite quando la concorrenza stava già adottando criteri da pay-for-power. Siamo equi con i consumatori e vogliamo mantenere questa tradizione consolidata.”

Apex Legends è uscito da soltanto pochi giorni e sta già macinando grandissimi risultati su tutte le piattaforme; fin dalla sua uscita è stato inoltre in prima posizione sulla piattaforma Twitch. Il risultato pertanto è già enorme per Respawn dopo le scarse vendite di Titanfall 2. Voi lo avete provato? Che ne pensate del loro sistema di monetizzazione?
Se siete interessati ad Apex Legends trovate la nostra recensione QUI.

FONTE

Rispondi