“Asobi Asobase” è un anime che non ti aspetti che sia così…

Trama

E’ così che giocano le ragazze in un liceo femminile.

 

In una scuola superiore femminile giapponese nasce, quasi per caso, un club non ufficiale: il Club dello Spasso. Ne fanno parte tre studentesse: Hanako, Kasumi e Olivia. Ad unirle è o dovrebbe essere la comune passione per i giochi tradizionali, ma molto spesso le cose sfuggiranno loro di mano. L’anime è formato da tante piccole storie e vicende che le vedranno protagoniste in un vortice progressivo di follia, demenzialità e stupidità.

 

La folle, la stupida, l’asociale

Da sinistra a destra: Kasumi, Hanako e Olivia

 

Hanako è la più intelligente fra le tre (ha degli ottimi voti a scuola), ma molto spesso si dimostrerà stupida e sarà spesso lei l’istigatrice delle follie commesse dal gruppo. Desidera diventare popolare ed è sicuramente il personaggio più divertente fra le tre ragazze.

Olivia è la più bella e stupida fra le tre: ha origini straniere e per diverso tempo tenterà di farsi passare per una studentessa straniera (americana) quando in realtà d’inglese non ci capisce nulla. Pare che abbia delle ascelle incredibilmente puzzolenti.

Kasumi è una ragazza popputa abbastanza asociale e timida. È fortemente androfoba anche se questo non le impedisce di apprezzare il BL o yaoi. Conoscerà le altre due solo perché interessata a migliorare i suoi voti in lingua inglese.

 

Comicità

Hanako si umilia per le cose più banali…

 

La passione per i giochi tradizionali e non del Giappone è un elemento importante ai fini della comicità, ma non unico dell’anime. Spesso sarà l’incipit per competizioni e scommesse che degenereranno a causa della stupidità e della follia delle tre ragazze e degli altri personaggi. Altre volte saranno delle situazioni normali a causare il tutto: da una discussione su come nascono i bambini ad un semplice appuntamento in caffetteria. Dal punto di vista comico “Asobi Asobase” è senza dubbio uno degli anime più divertenti che abbia mai visto: molte trovate e battute sono originali e i personaggi sono funzionali alla comicità dell’anime. Tuttavia, come altri anime di questo tipo, anche qui non vi è traccia di una trama: tutto il peso dell’anime grava sulla comicità. E questa può piacere o non piacere, tutto dipende dai gusti.

 

Personaggi minori

Maeda, il maggiordomo

 

Le tre ragazze non saranno gli unici personaggi dell’anime: ve ne saranno altri, ma nessuno di loro sarà così presente o importante come loro. Alcuni recitano un ruolo minore oppure di spalla alle tre. Per primo va citato il maggiordomo di Hanako, Maeda. Nonostante la sua apparenza elegante e distinta, è uno fra i più divertenti e folli dell’anime a causa dei suoi… posteriori! La professoressa Higuchi sarebbe in teoria la responsabile del club ed è la classica donna giapponese trentenne: nubile, ansiosa di sposarsi e timorosa degli uomini. Abbiamo poi la presidente del consiglio studentesco annoiata del suo ruolo e che crede di essere gentile e affabile quando invece appare cinica e spietata. Vi saranno altri personaggi, ma per evitare anticipazioni è bene non parlarne.

 

Giudizio

Non è quello che pensate… è peggio!

 

“Asobi Asobase” è un anime divertente a causa della sua comicità fuori controllo, dei suoi personaggi folli e stupidi, delle sue situazioni assurde e dei tanti riferimenti e parodie (dal videogioco di Pokemon GO al Joker di Batman). Il miglior modo per capire se un anime comico è buono oppure no è guardarlo. Il recensore lo consiglia caldamente.

Appassionato lettore di romanzi e saggi e studioso di Storia, ha scoperto gli anime solo dopo gli anni di studio universitari. Da allora non ha più abbandonato questo mondo così ricco e variopinto.

Rispondi