Il celeberrimo Attack on Titan, nato nel 2009 per mano di Hajime Isayama, nel corso degli anni ha visto il suo successo crescere in maniera esponenziale, grazie anche al suo adattamento anime. Uno dei punti di forza della serie, è sicuramente la sua trama ben strutturata, coinvolgente, ricca di misteri e colpi di scena, affiancata inoltre da entusiasmanti combattimenti. La frenesia e la dinamicità scaturiti da questi ultimi, sono state ben rese anche nella trasposizione videoludica di Koei Tecmo ed Omega Force, ovvero A.O.T. Wings of Freedom, una cosa non da poco, visto che in molti casi i videogiochi tratti da anime, soffrono spesso e volentieri di una mediocrità generale, proponendo quasi sempre un gameplay macchinoso. Non è stato per fortuna il caso di Wings of Freedom, che si è rivelato un prodotto all’altezza della saga da cui è tratto, ed oggi, siamo qui per parlare del sequel: Attack on Titan 2.

La modalità Storia di Attack on Titan 2, oltre a proporre l’arco narrativo della seconda stagione, ci permetterà di rivivere anche gli avvenimenti presenti nella prima, tuttavia lo farà da una prospettiva diversa, perché in Attack on Titan 2, sarà possibile crearsi un proprio personaggio, potendo così avere un differente punto di vista della storia. Com’è facilmente prevedibile, anche il nostro personaggio sarà uno dei sopravvissuti di Shiganshina, a seguito della distruzione del muro causata dal Gigante Colossale, faremo quindi conoscenza di Eren, Mikasa e Armin, per poi arruolarci anche noi nel 104esimo corpo di addestramento. Durante la modalità Storia, potremo affiancare i personaggi principali della serie in tutti gli eventi più iconici, dalla trasformazione di Eren in gigante fino al combattimento contro il Titano Femmina. Non ci dilunghiamo oltre nel descrivere la trama, visto e considerato che con ogni probabilità, essa sia già ben nota a tutti gli interessati al titolo, in caso contrario è comunque bene evitare spoiler inutili, al fine di farvi godere appieno la storia.



Attack on Titan 2 rispetto al predecessore, offrirà un grado maggiore di “immersione” all’interno del titolo, dato che sarà possibile non solo esplorare l’ambiente di gioco, ma anche interagire con i vari personaggi, incrementando così il nostro livello di affinità con essi, consentendoci quindi di equipaggiare diverse abilità ed apprendere nuove mosse, nonché il poter arruolare i suddetti personaggi per alcune missioni di ricerca. Senza dubbio questo arricchimento, che ad un primo momento potrebbe apparire come superfluo o poco stimolante, concede una maggiore varietà alla modalità Storia, che in caso contrario risulterebbe soltanto una lunga trafila di quest.

Veniamo ora al dinamico combattimento di Attack on Titan 2, il quale si appresta ad introdurre nuove meccaniche rispetto al predecessore, una fra tante è l’Attacco furtivo, ovvero un particolare attacco che ci permetterà di far fuori con un singolo colpo un gigante normale, dopo averlo preso di mira ed aver premuto un pulsante al momento giusto, tuttavia ciò comporterà una grande vulnerabilità nel caso si venga presi di mira da un altro titano. Vi sarà anche una maggiore varietà per quanto riguarda gli schemi adottati dai compagni di squadra, senza contare una  precisione migliorata del sistema di movimento tridimensionale, oltre all’aggiunta di nuove armi e tipologie di missioni. Attack on Titan 2 gode inoltre di un’ottima fluidità per quanto concerne gli spostamenti, aumentando di conseguenza la dinamicità dei combattimenti, senza però rinunciare ad un elevato grado di sfida, dove anche lo scontro apparentemente più semplice, può terminare nel peggiore dei modi se non si presta la giusta attenzione e non si adottano le dovute tattiche. L’ampio roster di Attack on Titan 2 comprende più di trenta personaggi, giocabili grazie alla Modalità Alternativa, che ci permetterà appunto di impersonare i vari protagonisti della serie, consentendoci di intraprendere missioni online che vanno dalle semplici cooperative, fino a scontri con altri player.

Per quanto riguarda il comparto tecnico del titolo, abbiamo un’ottima resa dei vari ambienti di gioco, nonché dei modelli poligonali ben realizzati e fedeli agli originali. Ottimi anche gli effetti grafici e sonori durante i combattimenti, così come le varie cutscene, ogni tanto può capitare qualche leggero calo di frame rate quando si è in presenza di parecchi giganti, tuttavia si tratta di cali minimi, che non vanno minimamente ad intaccare l’esperienza di gioco. Il doppiaggio è interamente in giapponese con sottotitoli in italiano, ovviamente con gli immancabili doppiatori originali della serie animata.

Attack on Titan 2

In definitiva possiamo affermare che Attack on Titan 2, sia una eccellente evoluzione di Wings of Freedom, migliorando e rafforzando la già frenetica formula di gioco, aumentandone quindi la longevità. Come già detto ad inizio recensione, spesso in questo tipo di giochi si tende perlopiù a far leva sul “nome” dell’opera, dando vita a prodotti concepiti unicamente per i fan più accaniti della serie, che in genere sorvolano sull’anonimo gameplay e le molteplici imperfezioni. Per fortuna non è questo il caso, poiché il titolo riesce ad avere una sua identità come gioco, divertendo il giocatore e restando fedele all’opera originale, consigliamo dunque l’acquisto non solo agli appassionati, ma anche chi vuol giocare un Hack and slash di tutto rispetto.

9.1

Grafica

8.8/10

Contenuti

9.0/10

Difficoltà

8.8/10

Sonoro

9.5/10

Trama

9.5/10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *