Eccoci tornati con una nuova recensione. Oggi parliamo di Azur Lane: Crosswave, titolo in uscita il 21 Febbraio 2020 pubblicato da Compile Heart  e distribuito in Europa da Idea Factory International. Il gioco è un adattamento per console del famoso Azur Lane free-to-play per smartphone. In questo titolo prenderemo il comando di navi da guerra antropomorfizzate, le cosiddette ship-girl, per combattere altre flotte di navi in uno sparatutto in terza persona completamente in 3D. Ovviamente il punto forte del titolo sono le meravigliose e sexy navi da guerra, tutte da collezionare.

-Storia

In Azur Lane: Crosswave le protagoniste saranno Shimakaze e Suruga, due navi da guerra giapponesi rivisitate appositamente per questo titolo. La trama è molto semplice ed è incentrata sullo scontro di due fazioni, la Kansen di cui fanno parte le protagoniste, e le Sirens, entrambe alla ricerca di una misteriosa tecnologia la quale è in grado di ribaltare le sorti del mondo. Come potrete intuire non c’è molto background narrativo, la storia è semplicemente un pretesto per il gioco.

Ecco le nostre protagoniste

-Gameplay

Chiariamo fin da subito un concetto. Se cercate un gioco dal gameplay complesso ed articolato e pieno di sfaccettature, non buttatevi su Azur Lane: Crosswave, qui potremo formare una flotta di 3 navi-ragazze con 3 personaggi in supporto per affrontare in battaglia altre navi da guerra oppure aerei militari in uno sparatutto in terza persona con elementi gdr.

Classica formazione navale a tre elementi made in Japan

Tutta l’azione si svolgerà in mare aperto all’interno di un quadrato per noi invalicabile. All’interno di esso dovremo affrontare ed abbattere i nostri nemici. Avremo a disposizione quattro attacchi, che cambieranno per ogni personaggio. L’unico obiettivo che avremo è distruggere i target assegnati nel tempo prestabilito, senza perdere tutti i nostri hp. Al termine della missione verremo ricompensati con Exp ed equipaggiamento per migliorare le nostre ragazze. Il vero cuore del gameplay è il farming selvaggio dei crediti per sbloccare nuove navi-ragazze ed armamenti. Avremo a disposizione più di 25 ship-girl giocabili, più quelle di supporto.

Gameplay su Ps4

Il resto del gioco ha un interfaccia molto semplice, attraverso un menù potremo modificare la nostra flotta, cambiare l’equipaggiamento delle navi, comprare e vendere materiali. La mappa del mondo, nella quale potremo prendere le missioni, sarà in 2D e potremo muoverci al suo interno scegliendo l’evento che vogliamo seguire. Il tutto si ripeterà per 7 capitoli ed ogni missione sarà , bene o male, uguale alla precedente. Devo dire che il gioco è molto fluido, il gameplay non risulta per nulla legnoso, anzi, è divertente e dinamico.

-Grafica

Senza ombra di dubbio la caratteristica principale di Azur Lane: Crosswave è costituita dai meravigliosi artwork delle navi. I disegni sono semplicemente superbi. Infatti tutta la narrazione avviene attraverso essi, come in una visual novel. Invece, durante le missioni, controlleremo la nostra flotta in un ambiente 3D. I modelli delle ragazze sono ben fatti e curati nei dettagli, ogni nave è completamente diversa, e ciò rende molto divertente sbloccarle e collezionarle tutte.

Ecco uno degli stupendi ArtWork

Non si può dire lo stesso per l’ambiente di gioco, quasi sempre uguale e poco curato. Anche gli effetti delle onde del mare sono appena sufficienti. Le animazioni degli attacchi sono semplici ma molto colorati e riescono ad infondere al giocatore una bella sensazione. L’interfaccia del menù è volutamente semplice per richiamare quella del gioco per smartphone. All’interno di esso potremo scegliere la nostra ragazza preferita la quale sarà presente come una sorta di “segretaria” virtuale.

Interfaccia del Menu di Gioco

Avrei sinceramente apprezzato che le modifiche di equipaggiamento si ripercuotessero anche sui modelli 3D delle ship-girl, invece il loro abbigliamento resta sempre identico. Con un piccolo sforzo in più  si sarebbe potuto avere moltissimo materiale fan service, soprattutto durante la modalità foto.

-Audio & Sonoro

Il gioco è sottotitolato in inglese con audio in giapponese. Il doppiaggio in lingua originale è ben realizzato, ed ogni nave riesce ad esprimere la propria personalità anche attraverso i dialoghi, i quali sono molto spesso trascurabili ai fini della trama. La musica dell’intro è carina ed orecchiabile, come tutti i motivetti presenti all’interno del gioco. Gli effetti sonori degli attacchi sono realizzati in maniera sufficiente e non risultano mai fastidiosi durante il gameplay.

-In Conclusione

Consiglio Azur Lane: Crosswave a tutti i fan della saga, nuovi o vecchi, questo titolo per loro è sicuramente un must-have. Dai bellissimi artwork, alle decine di ship-girl sboccabili c’è da divertirsi.  Per tutti gli altri che non conoscono questo brand, visto il gameplay semplice e ripetitivo e la brevità del titolo, consiglio di rivolgere le loro attenzioni verso altri “porti”.

0.00
7

Grafica

8.0/10

Gameplay

6.5/10

Contenuti

7.5/10

Trama

6.5/10

Sonoro

6.5/10

Pros

  • ArtWork delle ShipGirl stupendi
  • Gameplay Divertente....
  • Tantissime navi da collezionare

Cons

  • Nessuna personalizzazione estetica delle ragazze
  • ...ma ripetitivo e semplificato
  • Dialoghi eccessivamente lunghi

One thought on “Azur Lane: Crosswave – Recensione”

  1. Mi meraviglia il prezzo, anche se pensato per i fan ..in quanto fan , non lo comprerei mai a quel prezzo per rispetto soprattutto verso me stesso 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *