Dal primo film di Evil Dead, conosciuto da noi con il titolo “La Casa”, quest’opera ha iniziato ad avere una grande popolarità, tanto da portare il regista Sam Raimi a creare altri due film, formando così la trilogia cinematografica horror più amata di sempre. Il tutto non si fermò e a distanza di anni venne prodotta una serie TV chiamata AshvsEvildead, dove lo stesso protagonista si ritrova a dover fare i conti nuovamente con i demoni.

In questo articolo però non parlerò dei film o della serie tv ma del fumetto, che grazie a Luigi Boccia, direttore editoriale del marchio Weird Book e Massimo Rosi (responsabile della collana Comics), che sono riusciti a portare quest’opera in Italia

Annie, insieme a suo padre, ritrovano ex mortis, un antico libro che permette di aprire una connessione con il mondo dei demoni. Curioso di tradurre le pagine all’interno, il padre sfodera il potere del grimorium e Annie si ritrova a dover fare i conti con i propri genitori impossessati. Grazie all’aiuto di Ash, la giovane protagonista riesce a sconfiggere la madre, ormai tramutata in una bestia infernale. Proprio quando mancava una piccola lettura, Annie viene colpita e finisce in un altra dimensione, precisamente all’inferno. Ripresa dal colpo subito, Annie decide di salvare le anime dei suoi genitori sconfiggendo Rabisu, il divoratore di anime. Capendo però di non essere molto esperta, Annie invoca l’aiuto di Ash rimanendo però deluso dal fatto che non sia il guerriero che aveva visto, ma un giovane ragazzo estraneo a questi eventi. I due quindi decidono di iniziare la caccia e trovare finalmente un modo per sfuggire da quella dimensione.

La storia del fumetto, scritta da Frank Hannah e disegnata da Barnabay Bagenda e Oscar Bazulda, si riallaccia alla fine della seconda pellicola, rimanendo quindi totalmente distaccata dal terzo capitolo (L’armata Delle Tenebre) proprio come la serie TV. I più esperti dell’universo di Evil Dead sapranno benissimo anche la sorte che ha nel secondo film Annie, e grazie al fumetto capiamo dove sia finita.

I disegni risultano davvero splendidi e non danno nessun senso di confusione, anzi ogni singola azione è definita soprattutto anche grazie ai colori. Anche i dialoghi appaiono in modo perfetto e non sono invasivi, lasciando al lettore la possibilità di capire tutto in modo molto chiaro.

L’opera è composta da circa 104 pagine ed è già disponibile nelle fumetterie, precisamente dal 5 settembre, inoltre attraverso il sito ufficiale www.weirdbook.it  è possibile (fino ad esaurimento scorte) poter prenotare un edizione limitata di 500 copie, che include quattro storie in più non presenti nella versione brossurata e tre mini poster.

In conclusione il primo volume di Evil Dead riesce perfettamente a presentarsi in modo chiaro e diretto, inserendo fin da subito il lettore nel vivo dell’avventura. Anche se il fumetto continua una storia già avviata potrete tranquillamente avvicinarmi e recuperare, tra un uscita e l’altra, i film e la serie TV di questo universo horror per capire bene tutti i vari retroscena.

Evil Dead volume 1

0.00
8.5

Storia

8.5/10

Contenuti

8.0/10

Disegni

9.0/10

Pros

  • Ottima qualità

Cons

  • La storia si allaccia ad una trama già avviata

Sono un ragazzo con un obiettivo preciso, crescere nel mondo videoludico e portare la mia redazione al successo. Ci sarebbe molto da dire su di me, ma è meglio che siate voi a scoprire chi sono.

Rispondi