Gal Metal è un rhythm game gestionale prodotto dalla DDM Games e distribuito in Europa dalla Marvelous per Nintendo Switch. Alla quale vanno i nostri ringraziamenti per averci fornito il prodotto.

Per capire meglio di cosa parleremo gustatevi il trailer

– Trama

Ebbene sì, Gal Metal ha una trama (se possiamo definirla così). All’inizio della vicenda saremo un ragazzo qualunque, ma per uno sfortunato incidente ci troveremo nel corpo di una ragazza, batterista di una Rock Band tutta al femminile. Se questo non fosse già abbastanza strano ci si mettono pure gli alieni di mezzo, sono venuti sulla Terra per conquistarla (ma dai che novità). Fortunatamente il loro unico punto debole è la musica metal (colpo di scena assolutamente inaspettato). Noi assieme alla nostra band siamo l’ultima speranza per la Terra.

– Gameplay

Gal Metal ha due fasi ben distinte di gioco.

La parte principale è costituita dalle sessioni con la batteria. I comandi sono molto facili da capire, ma incredibilmente ardui da padroneggiare. Come potete facilmente intuire i Joy-Con della Switch rappresentano le bacchette. Ovviamente come in ogni buon rhythm game dovremo eseguire delle combinazioni a ritmo di musica per ottenere un buon punteggio e scacciare cosi gli alieni di turno che ci invadono. Fino a qui tutto nella norma, alieni a parte.

Il bello (o il brutto se volete) viene adesso. A differenza di altri titoli come Guitar Hero o il più giapponese Taiko no Tatsujin avremo una prima parte di “allenamento” in cui ci verrà mostrato come dovremo muovere i Joy-con. Una volta che cominceremo la vera e propria canzone però, lo schermo sarà privo di suggerimenti di ogni sorta. Dovremo quindi imparare “i tasti” da premere a memoria per poi poterli ripetere durante il concerto. Questo distingue Gal Metal da tutti i suoi simili. Infine con sommo piacere devo dire che i controller del Nintendo Switch non perdono un colpo. Sono molto precisi e puntuali.

La seconda fase è quella gestionale, sicuramente meno ispirata seppur divertente. Come potete vedere nell’immagine sottostante, dopo la sessione di batteria ci ritroveremo in questa schermata. In essa potremo spendere il nostro tempo e la nostra energia per dedicarci ad attività secondarie, come sbloccare o migliorare nuove abilità per i concerti e interagire con le nostre amiche rafforzando i legami per guadagnare la loro fiducia. Infine in questa schermata potremo selezionare la “sessione di prova” per imparare le canzoni da eseguire nel prossimo concerto.

– Grafica

La grafica in Gal Metal è molto piacevole da vedere. E’ assolutamente cartoonosa. Ben realizzata ed in tema con lo spirito allegro e frivolo del gioco. La trama è narrata attraverso delle Cut Scene a fumetto disegnati in maniera molto semplice con pochi ma vividi colori. Al contrario, nei momenti in cui suoneremo la batteria, la Computer Graphic sarà molto colorata confusionaria e piena di elementi a schermo. Questo contrasto tra i due tipi di grafica in momenti distinti del gioco mi ha piacevolmente sorpreso.

– Audio & Sonoro

La parte più importante per ogni rhythm games che si rispetti. Qui devo dire che Gal Metal perde qualche colpo. Le musiche non sono particolarmente ispirate. Perlopiù sono musiche senza copyright ri-arrangiate in chiave rock/metal. Di contro però sono ben realizzate e seguire il ritmo della canzone sarà facile.

– Non è tutto Metal quello che luccica

Parliamo degli aspetti negativi di Gal Metal. Come in molti giochi di stampo giapponese le cut scene sono davvero lunghe. Quasi interminabili. Inoltre (quasi sempre) non portano nulla ai fini della trama. Questo se vogliamo è il difetto minore. Skippabile con la semplice pressione del tasto A.

L’aspetto invece che più mi ha fatto storcere il naso è la mancanza di tasti visibili a schermo da premere a ritmo di musica. In Gal Metal se durante un concerto o una prova perdi il ritmo il più delle volte non riesci a recuperare.  Inoltre senza tasti a schermo se ti confondi durante un’esibizione o peggio ti dimentichi cosa fare non c’è modo di ripartire salvo ricominciare la partita. Questa stravagante trovata sinceramente non l’ho capita. Fortunatamente il livello della storia principale è molto basso e anche facendo solo il 50% delle note giuste si riesce ad ottenere la vittoria.

– In Conclusione

Gal Metal è un buon gioco musicale. E’ divertente, dinamico ed originale. Sicuramente ha del potenziale. Però i difetti ci sono e minano la bellezza dell’opera. In particolare la mancanza di “note musicali da premere” a ritmo durante i concerti e le lunghissime cut scene. Lo consiglio a tutti coloro che vogliono imparare a suonare la batteria o a chi cerca una sfida diversa in un rhythm game.

Se vi è piaciuta la recensione restante con noi per scoprire tante e divertenti News sul mondo dei Videogiochi. -Sensei

Vi ricordo i nostri canali principali ai quali è possibile iscriversi:

Facebook

YouTube

Clicca QUI per l’articolo precedente


Di seguito tutti i canali sui quali potete seguirci per restare sempre aggiornati con QuestNews.it:


Pagina ufficiale Facebook

Canale YouTube ufficiale

Canale ufficiale Telegram QuestNews

Gruppo ufficiale Telegram QuestNews (Videogiochi)

Gruppo ufficiale Telegram Quest News (Fumetti, libri, animazione e serie TV)

0.00
7

Grafica

7.5/10

Contenuti

6.0/10

Difficoltà

8.0/10

Sonoro

7.0/10

Trama

6.5/10

Pros

  • Ottimo Concept
  • Grafica particolare

Cons

  • Mancanza di tasti a schermo
  • Musiche poco ispirate

I videogame sono la mia passione fin dalla più tenera età. Cerco costantemente il divertimento e lo svago che solo questo prodotto può creare. Con questo ardente desidero spero di contagiare tutti voi.

Rispondi