Il genere gdr attraverso gli anni, è riuscito sempre più a conquistare i cuori dei giocatori. Ma quali sono i titoli che una volta riuscirono a tenere incollati per moltissime ore?  Oggi parleremo di Jade Cocoon.
Sviluppato dallo studio Genki, il titolo sbarcò su Playstation Uno nel lontano 1999 e vide la partecipazione di Katsuya Kondo, animatore molto attivo dello studio Ghibli.

Levant è un giovane ragazzo che vive in un piccolo villaggio al confine delle fitte foreste. Il suo sogno è quello di diventare un Cocoon master, un allevatore di strane creature, come suo padre, e sposare la dolce Mahbu. Durante il festival i demoni, conosciuti come Onibibu, lanciano una tremenda maledizione sul villaggio, trasformando i residenti in statue di pietra. Garai, l’anziana del villaggio scampata all’attacco, manderà Levant a parlare con i signori delle foreste, per scoprire che cosa stia realmente accadendo. La trama, se pur partendo molto lentamente a causa di molti dialoghi, riesce a sbloccarsi dopo qualche ora.

Il sistema di combattimento, che sarà strutturato a turni, darà la possibilità al giocatore di scegliere varie opzioni come: attacco, invoca, oggetto, cattura e difesa. Se il giocatore deciderà di evocare, un mostro prenderà il posto del protagonista ed entrerà in campo mettendo a disposizione la sua potenza che potrà  variare a secondo dell’elemento: acqua, fuoco, terra o aria. Se invece si deciderà di selezionare il comando cattura, Levant sfrutterà una sorta di sigillo chiamato “bozzolo” e attraverso il suono di un flauto catturerà il nemico. Logicamente sarà possibile combattere anche senza evocare ma si noterà moltissimo  l’importanza di inserire la creatura in campo.

Quando invece non sarete in battaglia, sarà possibile dare vita a nuovi Minion attraverso il comando fusione, così da permettere la nascita di nuove creature con abilità devastanti. Si potrà anche creare la seta, un materiale di ottima fattura, da vendere per poter guadagnare monete da spendere in nuove armi o armature.

La grafica di gioco, nonostante la tecnologia di quei tempi, fù resa magnificamente. Gli scenari sono pre-renderizzati, mentre i vari personaggi sono realizzati tutti in 3D. Per quanto riguarda la colonna sonora, possiamo dire che le musiche riescono perfettamente ad accompagnare gli avvenimenti  dell’avventura

In conclusione Jade Cocoon è un titolo che riesce a conquistare gli amanti del genere, soprattutto quei giocatori che amano le ambientazioni da favola. Inoltre grazie alla varietà di creature che potremo dare vita attraverso le fusioni e la possibilità, una volta concluso il titolo, di poter continuare la cattura di minion inediti in una campagna totalmente nuova, riesce a tenere incollato il giocatore per moltissime ore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *