Quest’oggi ennesimo appunto con un altro gioco indie, stiamo parlando di Godly Corp, qualcosa di veramente fuori dagli schemi e a tratti veramente esilarante. Definire il genere di un titolo così è veramente complesso ma potremmo dire di essere di fronte ad un “simulatore” lavorativo e saremo uno stagista della Godly Corp. Questo significa che faremo direttamente gavetta per diventare un Dio di un multivero e saremo un essere tentacolare, una sorta di Chtulhu. TR8 Tours Studios parte quindi da una premessa fuori di testa ma accattivante, diventare l’onnipotente sarà un inferno o no?

Chtulhu al lavoro!

Come detto quindi verremo assunti dalla Godly Corp come stagisti e muniti di buona volontà e del nostro tentacolo dovremo portare a termine i 15 compiti che via via ci saranno assegnati. Il titolo non si prende mai sul serio e anzi, più di una volta vi strapperà una risata, sia grazie alla voce del nostro capo/narratore che grazie alla presenza di riferimenti a meme e quant’altro; non sarà difficile infatti riuscire ad individuare vari riferimenti più o meno esilaranti a seconda del vostro gusto. La varietà delle “missioni” che ci verrà assegnata è piuttosto ampia, si passa dal dover gestire radiazioni ad annaffiare le piante dei pianeti affidatoci, costruire con colla vinilica e martello un corpo celeste da zero e nel frattempo evitare di esser colpiti da meteoriti e così via. Non mancheranno nemmeno missioni “d’azione” dove fronteggeremo degli intrusi della nostra azienda. Insomma tutto molto simpatico ma soprattutto intelligentemente vario. A livello narrativo l’ironia ricorda molto quella di un The Stanley Parable, magari meno complessa e ispirata ma altrettanto esilarante.
Come dovrete svolgere le vostre missioni? Beh, ovviamente sarete seduti dietro la vostra scrivania, con tanto di tazza personalizzata e attrezzi del “mestiere”. Ogni volta vi verrà assegnato un compito spiegatovi sulla vostra lavagna e dovrete premere col vostro tentacolo il tasto start. La quest a quel punto comincerà e dotati di rapidità e abilità di multitasking bisognerà portare a termine il proprio compito al meglio. Completato il tutto riceverete una valutazione aziendale sotto forma di punti in base al vostro rendimento e alla vostra velocità, cosa che andrà ovviamente a creare una leaderboard, vero e unico stimolo di rigiocabilità del titolo; Essendo 15 i compiti da portare a termine Godly Corp vi ruberà poco tempo, circa 3/4 ore.

Un tentacolo di troppo

Come già accennato per portare a termine i vostri doveri aziendali e divini in sostanza utilizzeremo il nostro unico arto a disposizione, un tentacolo. Se però le missioni sono decisamente ispirate e simpatiche i controlli sono pessimi e spesso vanno a guastare l’esperienza. Per capire, con il mouse potremo muovere il nostro viscido arto in tutte le direzioni, con la rotella del mouse allontanarlo o avvicinarlo mentre con il tasto sinistro del mouse potremo interagire con gli oggetti, sostanzialmente prenderli in “mano”, con il WASD infine potremo roteare, nel caso in cui serva il pianeta sulla nostra scrivania. Tutto intuitivo sicuramente ma purtroppo totalmente impreciso, pesante e frustrante. Innanzitutto le hitbox degli oggetti sono imprecise, cosa che porta, specialmente nei livelli con scarsa gravità ad un incessante pressione del tasto sinistro sperando che prima o poi il proprio tentacolo riesca a prendere quello di cui avremo bisogno. Anche i movimenti nelle varie direzioni sono lenti, senza contare che in certe situazioni alcuni oggetti che finiscono in certi angoli della visuale non possono proprio essere fisicamente presi. Peccato visto che tutto si basa sul multitasking, ovvero portare a termine allo stesso termine più obiettivi allo stesso tempo senza trascurare uno o l’altro. La sfida comunque in alcune situazioni si fa piuttosto difficile e il dover spesso imprecare, in questo caso se stessi e i nostri capi, per non riuscire a fare ciò che si intende o si spera risulta assolutamente frustrante.
Nonostante questo Godly Corp riesce a strappare più di una volta una risata e anche se i controlli non sono precisi l’esperienza non è totalmente rovinata. Potremo scegliere tra tre diverse difficoltà, cambiare colore al nostro tentacolo e ovviamente rigiocare i livelli non appena sbloccati per cercare di portare a termine i vari compiti al meglio, cosa che fornisce una certa rigiocabilità che rimane comunque piuttosto scarsa.

In Conclusione

Godly Corp è un titolo fuori di testa. Siamo stagisti per diventare degli dei tentacolari di un multiverso e già questo basta per destare attenzione e curiosità in qualsiasi giocatore. Il gioco come già detto è piuttosto corto ma di certo non vi annoierà nelle 3/4 ore che lo proverete dato che ognuna delle quindici missioni vi metterà di fronte ad una situazione completamente diversa dall’altra e questo oltre all’idea di base molto interessante è sicuramente il pregio più importante di questo titolo. Godly Corp è divertente, un simulatore senza senso che non si prende mai sul serio ma che vi farà sicuramente passare qualche ora di sano e puro svago.

Godly Corp

7

Gameplay

7.0/10

Rigiocabilità

6.5/10

Grafica

7.0/10

Difficoltà

7.5/10

Pros

  • Idea fuori di testa e accattivante
  • Ogni missione è unica
  • Esilarante a tratti

Cons

  • Controlli assolutamente da rivedere
  • Artisticamente poco ispirato
  • Scarsa rigiocabilità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *