Al mondo esistono moltissimi mestieri, che vengono tramandati da padre in figlio. Ma quando nelle vene scorre il sangue dei Belmont, l’unico mestiere è quello di cacciare creature demoniache. Non si conosce bene chi fu il primo cacciatore di demoni o di come questa famiglia abbia avuto la capacità di prendere in mano un mestiere così pericoloso. Conosciamo soltanto la maledizione che grava sui Belmont e del loro legame con il mondo oscuro.
 
Anno 1047
Tutto iniziò con Gabriel Belmont, un cavaliere appartenente alla confraternita della Luce, che lotta contro creature demoniache. A causa della perdita di sua moglie Marie, uccisa proprio da quest’ultime, decide di cercare un artefatto magico chiamato la maschera di Dio, sotto suggerimento di Zobek, un suo commilitone. Dopo aver riunito i pezzi per comporre la maschera di Dio, Zobek svela a Gabriel che in realtà faceva parte tutto di un piano diabolico per ottenere il potere. Lucifero appare e ingaggia una dura lotta con il nostro protagonista, uscendone sconfitto. Scoperto il vero potere della maschera di Dio, Gabriel capisce che non potrà far tornare in vita sua moglie e quindi impazzisce. Laura, figlia di Carmilla ( demone sconfitto precedentemente ) informa,  l’ormai distrutto Gabriel, di un potentissimo demone risvegliatosi, chiamato il “Dimenticato“. Il giovane Belmont decide quindi di bere il sangue di Laura, riempiendosi così di oscurita pura. Raggiunto il demone attraverso un portale dimensionale, Gabriel sconfigge il “Dimenticato” assorbendo però parte del suo potere. Sconfitto il demone, Gabriel Belmont diventa il nuovo signore oscuro e cambia il suo nome in Dracul (Dracula).
Con Gabriel quindi inizia la grave maledizione dei Belmont, che vedrà ogni singolo discendente alle prese con demoni e maledizioni. Nell’ anno 1094 però, verrà creato un oggetto che rimarrà al fianco di ogni singolo cacciatore nella lotta contro Dracula.
Anno 1094
Leon Belmont è un valoroso guerriero al servizio di un ordine segreto e misterioso. Stanco di questa vita, decide di mollare tutto per poter vivere tranquillamente con sua moglie Sara.
 Purtroppo però, la tranquillità non dura molto e Sara viene rapita da un vampiro di nome Walter Bernhard, che porta la giovane fanciulla a Castelvania ( la residenza di Dracula ). Leon è pronto quindi a lottare contro le creature demoniache, cosi da poter salvare la sua amata e tornare a vivere una vita tranquilla. Nel viaggio del guerriero si aggrega l’ alchimista Rinaldo Gandolfi, e insieme riescono a farsi strada fino a Sara. Felice di poter fuggire da quell’inferno non si accorge che ormai Sara non sarà piu la stessa a causa del morso ricevuto dal vampiro. La giovane ragazza cerca di fare forza al suo amato e decide di sacrificarsi per dare vita allaFrusta Ammazzavampiri ( Vampire Killer ). Infuriato dalla perdita di Sara, inizia a fare strage tra le fila dei demoni fino ad arrivare a Walter. Dopo un estrema lotta, Leon scopre che il vampiro era una semplice marionetta e capisce di essere una pedina di Mathias Cronqvist, migliore amico pensato morto qualche anno prima. Mathias dunque svela al giovane Belmont il suo piano diabolico e svanisce dopo aver acquisito i poteri oscuri del vampiro Walter. Dopo questo avvenimento la famiglia Belmont, in posseso dell’unica arma ammazza vampiri, inizieranno ufficialmente una lotta infinita con Dracula e le forze oscure.
Con la nascita dellaVampire Killer, Leon Belmont riesce ad essere uno dei più importanti della dinastia dei Belmont. Logicamente con il passare del tempo sono stati molti i discendenti, puri e non, a far parte della famiglia, ma sono pochi quelli che hanno giocato un ruolo importante nella storia dei Belmont.
 
Anno 1476
Trevor Belmont, membro importante del confraternita della luce, decide di chiudere una volta per tutte lo scontro che va avanti per secoli con il signore delle tenebre, ma sopratutto per vendicare la morte della moglie uccisa proprio dallo stesso Dracula. Durante la battaglia entra in possesso di un oggetto chiamato ” Lo specchio del destino” e scopre che il suo nemico non è altro che Gabriel Belmont, suo padre. Deciso quindi a dare una volta per tutte pace a suo padre, inizia uno scontro che vedrà il giovane guerriero morire per mano del nemico. Dracula, scoperto anche lui attraverso lo specchio di aver davanti suo figlio, decide di donarli il suo sangue e chiuderlo in una bara, incidendo sopra il nome che al suo risveglio userà per la sua nuova identità da vampiro, Alucard.
Dopo questo avvenimento, avviene la nascita del personaggio più famoso della serie ovvero Alucard, protagonista del primo capitolo uscito per PlayStation chiamato “Castelvania Symphony of the Night”
 
Anno 1691
A seguito della partenza di Trevor, suo figlio Simon Belmont, dopo aver visto la morte della madre e la partenza del padre senza vederlo ritornare, trova rifugio e affetto da alcune popolazioni delle montagne. Divenuto grande abbastanza per tentare di vendicare i suoi genitori, decide di scontrarsi con Dracula, aiutato da un misterioso personaggio chiamato Alucard, senza sapere che in realtà è proprio il suo vero padre. Dopo un duro scontro,Trevor e Alucard riescono a mettere fuori combattimento temporaneamente il signore delle tenebre, riuscendo a portare un po di pace nel mondo.
Anno 1792
Come in un loop infinito, ecco un nuovo discendete pronto a combattere il conte, Richter Belmont.Richter si inoltra nel castello per salvare la sua fidanzata Annette e sventare i piani di Dracula. Dopo qualche anno, Richter scompare misteriosamente. Qualche tempo più tardi si scopre la dura realtà, era entrato a far parte dell’ esercito di Dracula. Soltanto Alucard riesce a far ragionare Richter e riesce a spezzare il controllo mentale che gli era stato fatto. La sua anima si lega moltissimo alla Vampire Killer, tanto da mettere alla prova i suoi discendenti, cosi da testare il loro valore in relazione all’immenso onore di impugnare l’arma più letale per i vampiri e assurgere al loro destino. Proprio attraverso una prova, Ritcher farà in futuro la conoscenza del più potente Belmont mai nato.
Anno 1999
L’ ultimo discendente dei Belmont è pronto a mettere fine a questo ciclo infinito di battaglie contro le forze oscure. Julius Belmont è pronto a dare pace una volta per tutte ai suoi antenati. Deciso ad arrivare fino alla fine, inizia un duro combattimento contro Dracula. Il signore delle tenebre si trova in netto svantaggio contro questo essere umano e ne esce sconfitto definitivamente. Julius riesce quindi a sigillare il castello e mettere fine una volta per tutte al regno dei demoni. La vittoria tuttavia non ha portato soltanto felicità, infatti Julius perde la memoria e dimentica la Vampire Killer all’interno del castello ormai sigillato. Nel 2036 però, un discendente di Dracula decide di apparire e Julius, curioso e attratto dalla fortezza, inizia a riottenere i ricordi, scoprendo che Soma Cruz è la vera minaccia. Recuperata la Vampire Killer, Julius sfida a duello Soma alle porte del caos. Durante il combattimento però, il Belmont avverte del bene in Soma e decide di farsi sconfiggere involontariamente facendo intendere di non aver usato a pieno il suo potenziale.
Con Julius si chiude la raccolta dei membri più importanti della famiglia. Ci sono comunque molti altri discendenti, come: Victor Belmont, Sonia Belmont e Juste Belmont, personaggi di cui oltre al legame familiare non hanno nessuno contributo nel cambiamento della storia maledetta della famiglia Belmont.
Personalmentepenso che questa storia o meglio, ogni singola storia dei vari membri della famiglia Belmont debba essere raccontata. Logicamente la saga di Castelvania ha dato un grande contributo all’ inserimento della narrazione all’interno dei videogiochi.
Fan art realizzata da Rago
Sono consapevole del fatto che sarà quasi impossibile per voi rigiocare ogni singolo titolo della saga Castelvania. Proprio per questo ho voluto scrivere questo articolo, cosi da poter informare i vari giocatori dell’immenso racconto che viene narrato in ogni singolo Castelvania. 
Per concludere di seguito potete trovare vari artbook della saga: 

Sono un ragazzo con un obiettivo preciso, crescere nel mondo videoludico e portare la mia redazione al successo. Ci sarebbe molto da dire su di me, ma è meglio che siate voi a scoprire chi sono.