Karakai jouzu no Takagi-san” è un anime che si fa amare grazie a i suoi protagonisti: senza di loro l’anime perderebbe la sua ragion d’essere.

Trama

Takagi e Nishikata

Protagonisti dell’anime sono due studenti delle medie e compagni di classe: Nishikata, un ragazzo, e Takagi, una ragazza. Sono vicini di banco e si divertono a farsi degli scherzi a vicenda, o meglio è Takagi a burlarsi sempre di Nishikata. Quest’ultimo, vuoi per l’astuzia della sua amica vuoi per il suo essere uno scemo, viene sempre messo nel sacco a prescindere dallo scherzo o dalla sfida o dalla scommessa che i due si lanciano alla prima occasione. Anzi, diciamo la verità: lei se lo rigirerà come vuole. Riuscirà sempre a capire cosa Nishikata starà pensando, come se lui fosse un libro aperto.

Dal manga all’anime

Anche Takagi verrà presa in contropiede da Nishikata

Karai Jouzu no Takagi-san” è il titolo del manga realizzato dal mangaka Sōichirō Yamamoto. Ha debutto nel 2013 e per ora conta di undici tankōbon. In Italia è per ora inedito, così come sono inediti i tre manga spin-off usciti fra il 2014 e il 2017.

L’adattamento anime è stato realizzato dallo studio d’animazione Shin-Ei Animation. Esso comprende:

-una prima stagione di dodici episodi, trasmessi durante la stagione invernale del 2018. Il sito Crunchyroll ha trasmesso la serie in simulcast;

-OVA uscito nell’estate del 2018;

-una seconda stagione sempre di dodici episodi, andati in onda durante la stagione estiva del 2019.

Personaggi secondari

Da sinistra a destra: Yukari, Mina e Sanae

Nishikata e Takagi, sebbene siano i protagonisti dell’anime, non ne saranno gli unici personaggi ricorrenti. Altri personaggi meritevoli di essere ricordati sono per esempio un trio di amiche e compagne di classe dei due protagonisti: Mina, la ragazza esuberante e dalle sopracciglia demoniache, Yukari, la classica secchiona occhialuta, e Sanae, la ragazza introversa e silenziosa. La loro presenza non influirà sull’anime né per quanto riguarda la trama né per l’umorismo complessivo dello stesso. Le loro scene fungeranno quasi da intermezzo a quelle con i due protagonisti. Vanno poi citati Nakai e Mano: sono una vera coppia di innamorati e saranno centrali nella trama dell’OVA.

Comicità e amore

Nakai e Mano

Due sono gli elementi cardine dell’anime: la comicità e in misura minore l’amore.

Il primo veste un ruolo centrale in tutto l’anime. Si tratta di una comicità leggera, semplice capace di regalare non grasse risate, ma bei sorrisi. Come già anticipato, i due protagonisti non esiteranno a sfidarsi in una qualche scommessa o sfida alla minima occasione. Si tratta per lo più di cose semplici, infantili. Spesso sarà Nishikata, desideroso di vendetta e rivincita, a sfidare Takagi uscendone sempre sconfitto. Sebbene la formula comica sia iterata in tutto l’anime, a renderla mai noiosa ci penseranno sia la gran varietà di sfide e scommesse, sia soprattutto i due protagonisti: sono simpatici e carini fin dalla prima inquadratura.

Nishikata ha perso di nuovo e Takagi se la ride

Per quanto riguardo il secondo elemento, va detto che, anche se non fosse stato reso palese fin dal primo episodio, si sarebbe capito molto presto che Takagi è innamorata di Nishikata. Takagi è sempre vicino al suo amico, vanno a scuola insieme e sempre insieme tornano a casa, lei è sempre disposta a scherzare con lui e a ridere delle sue sconfitte. Nishikata, come sempre, inizierà a pensare alla sua amica in modo diverso solo più tardi e non in maniera completa. La loro “storia d’amore” è quella tipica di molti anime sentimentali: imbarazzi, silenzi e gesti semplici e banali ma fin troppo eloquenti. A renderla carina sarà la loro tenerezza e il fatto che fra di loro c’è una buona alchimia. Sfortunatamente non vedremo il fiorire della loro amore, nemmeno nella seconda stagione. Va detto che questa parte sentimentale sarà presente solo in pochi ma stupendi episodi mentre per tutto l’anime costituirà solo una lieve traccia.

Giudizio

Uno dei momenti più teneri fra i due

Karai Jouzu no Takagi-san” non è un capolavoro, ma è un anime carino e divertente pur presentando un storia che non progredisce se non lentamente e un umorismo semplice ma alle volte efficace. Non è un anime sentimentale: è un anime comico prima di tutto e il peso del suo successo grava tutto sui due protagonisti. Ed è un peso che portano entrambi benissimo e senza fatica. La simpatia dei protagonisti e l’alchimia che esiste fra i due è il vero pilastro che sorregge tutto l’anime: scherzi da ragazzini e imbarazzi da primo amore formano un buon connubio.

Altri articoli su QuestNews:

Golden Kamuy, otto curiosità sull’anime – Anime e dintorni: https://questnews.it/golden-kamuy-otto-curiosita-sullanime-anime-e-dintorni/

Cinque isekai che ogni appassionato dovrebbe vedere – Anime e dintorni: https://questnews.it/cinque-isekai-che-ogni-appassionato-dovrebbe-vedere-anime-e-dintorni/

Youjo Senki il film – recensione del film seguito dell’anime della nazi-loli: https://questnews.it/youjo-senki-il-film-recensione-del-film-seguito-dellanime-della-nazi-loli/

Drifters – Recensione di un isekai diverso dal solito: https://questnews.it/drifters-recensione-di-un-isekai-diverso-dal-solito/

Kouya no Kotobuki Hikoutai – Recensione dell’anime sui duelli aerei: https://questnews.it/kouya-no-kotobuki-hikoutai-recensione/

Per restare sempre aggiornati con le notizie di QuestNews, iscrivetevi al canale telegram:

https://t.me/questnews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *