Prima di iniziare voglio subito dichiarare che questa non è una recensione, ma bensi spiegare in poche parole il successo che ha riscosso il prodotto.

Benvenuti! Oggi vorrei parlarvi di un’opera che non ha bisogno di presentazioni: One Piece.

21 anni di serializzazione ed ancora in corso. Con quasi 90 volumi finora usciti, l’opera del mangaka Eiischiro Oda ha conquistato letteralmente tutto il mondo, guadagnandosi il primato di manga più venduto della storia, entrando ufficialmente, nell’anno 2015, nel libro dei Guinnes World Records con un totale di 320 milioni di copie vendute.
Ma perchè One Piece è considerato da moltissimi (me compreso) un capolavoro nel panorama fumettistico? è quello che vorrei spiegarvi in questo articolo.

Risultati immagini per oda one piece

STORIA
Monkey D. Rufy è un ragazzino che vive nel villaggio di Foosha avendo mangiato involontariamente il frutto Gom Gom che lo rende un ragazzino di gomma con il sogno di diventare il re dei pirati e conquistare lo One Piece, il leggendario tesoro che il re dei pirati Gold Roger nascose su Raftel, l’ultima isola del mondo. Per riuscire nell’impresa, avrà bisogno di una ciurma e assieme a lui si uniranno lo spadaccino Zoro, la navigatrice Nami, il cuoco Sanji, il cecchino Usopp, il medico Chopper, l’archeologa Nico Robin, il carpentiere Franky e lo spadaccino/musicista Brook.
Dirvi di più non posso perchè trasformerei quest’articolo in spoiler, ma sappiate che One Piece è noto per avere una trama piena di misteri e dove tutto quello che vi viene detto non è sempre veritiero: spetta a voi l’interpretazione.
I flashback che leggerete vi emozioneranno ne sono sicuro e va dato atto all’autore di farci provare tristezza, gioia, dolore ogni volta.

Risultati immagini per storia one piece
AMBIENTAZIONE
Oda ha creato un mondo vivo in ogni sua sfumatura: partendo dalle razze possiamo trovare giganti, uomini-pesce,tribù Kuja fino ad arrivare a flora e fauna diverse per ogni isola che visiterete in questo lungo viaggio.
Una delle critiche mosse all’opera è la ripetitività e spezzo subito la lancia affermando che One Piece non è ripetitivo ma ciclico. Mi spiego meglio:
La ciurma di Rufy sbarca su un’isola, quest’ultima è governata da un dittatore che vuole concentrare a sè il potere, i compagni del ragazzo di gomma sconfiggono i membri del “tiranno”, Rufy il dittatore stesso e via fino alla prossima. La ciclicità non viene data comunque a tutte le saghe e va premiato il coraggio dell’autore di inserire in una nuova saga sempre più personaggi diversi (non ne vedrete mai di riciclati).

Immagine correlata
RAGIONI DELL’INCREDIBILE SUCCESSO
Dopo un piccolo inizio, veniamo al succo dell’articolo: perchè One Piece ha  vissuto una straordinaria ascesa?

1. Personaggi:
Può sembrare scontato, ma mi ricollego subito con quanto ho detto prima, affermando che nel corso della storia tutti hanno una grande evoluzione che siano buoni o cattivi ; non date per scontato che la ciurma del nostro protagonista vincerà tutti gli scontri, anzi in caso di sconfitta gli servirà da monito per migliorare. Per un approfondimento di ogni membro della ciurma e dell’organizzazione del mondo (Cinque Astri di Saggezza, Marina, Flotta dei 7 e 4 imperatori) arriveranno articoli più dettagliati.

Immagine correlata
2. Temi come fratellanza e amicizia:
Fin da subito si respira un grande affiatamento fra i vari membri della ciurma. Se inizialmente tutti viaggiano per un obiettivo (per Zoro diventare il miglior spadaccino del mondo, Nami disegnare una mappa di tutto il mondo, Usopp diventare un pirata fiero come suo padre, ecc.) , in seguito col passare della storia diventeranno un’unica famiglia con cui condivideranno momenti esilaranti, di tristezza e aiutandosi sempre l’uno con l’altro.

3. Coerenza:
In quasi 90 volumi usciti fin’ora, è incredibile come Oda riprenda concetti e/o personaggi dei primi volumi per poi inserirli molto più avanti. Certo, il manga è suo e come minimo dovrebbe ricordarsi tutto ma detto sinceramente fra noi quanti mangaka hanno mantenuto questa coerenza?
Per fare esempi, Naruto dal volume 49 soffre di qualche buco di trama, Bleach dal 48 ma ancora peggio e potrei continuare.
Il manga del sensei Oda, cominciato nel 1997, conta la bellezza di 90 volumi e tutto, ve lo assicuro, torna: se il mangaka vi introduce un personaggio, verrà sempre ripreso; se vi mostra un qualche oggetto o spiega una possibile teoria , questo vi verrà spiegato/a che sia subito o successivamente.
Uno delle pochissime opere dove la lunghezza coincide con la qualità.

Risultati immagini per one piece all volumes
4. Trasposizione nella versione anime:
Parliamoci chiaro, se One Piece non avesse avuto una trasposizione anime (il che sarebbe stato impossibile, considerato l’ottima partenza) a quest’ora l’opera sarebbe conosciuta solo a chi legge, privando un’alra fetta di pubblico che preferisce guardare anime.
Da amante dell’opera cartacea, posso dirvi che l’anime è di buona fattura con delle gradevoli animazioni e un doppiaggio nostrano (arrivato fino a un determinato episodio) di tutto rispetto con un riciclo di un paio di voci. Tutto sommato, non ci si può lamentare.

Immagine correlata
5. Trama:
Apparentemente semplice, ma che si articolerà col tempo. L’ho inserita nelle ragioni del successo perchè l’autore è stato bravo a non riprendere i soliti clichè dei manga shonen e ancora oggi i fan ne discutono per trovare ogni piccolissima sfumatura legata ai misteri di questo mondo affascinante.

Seguiranno ulteriori articoli di approfondimento dedicate alle varie ciurme, dei valori che mi ha lasciato l’opera, quindi stay tuned…

Vi ringrazio per la lettura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *