Ho sempre pensato che ogni giorno della mia vita fosse noioso e ripetitivo, ma dopo aver trovato quest’estate un gatto bianco come la neve ed essere venuto al Sakurasou mi sono reso conto che non erano i giorni ad essere noiosi, ma io stesso che cercavo di essere come tutti gli altri
Kanda Sorata
Risultati immagini per kanda sorata anime
Benvenuti cari lettori/lettrici nella mia nota rubrica ove trattiamo di recensioni inerenti al fantastico mondo degli anime e manga: oggi andremo a parlare di una serie d’animazione di genere sentimentale/romantico/scolastico/ecchi che si erge dalla massa sia per i temi trattati sia per i personaggi. In un mare di pattume cui questi generi navigano e propongono i soliti cliché, Sakurasou risplende come il luccichio di una perla.
Ricordo che, essendo una recensione, le idee e le opinioni sono strettamente personali pur entrando anche nell’oggettività.

Trama

Kanda Sorata è uno studente 17enne annoiato dalla continua monotonia di ogni singola giornata. Un giorno, mentre sta passeggiando, trova in strada un micino di colore bianco: vorrebbe tenerselo tutto per sè, ma il brusco direttore del suo istituto è in totale disaccordo con il giovane e gli propone due alternative: lasciare andare il gattino oppure trasferirsi al dormitorio Sakurasou, un luogo in cui albergano personale “speciali”.Kanda rifiuta la prima proposta ed è quindi costretto a trasferirsi, volente o nolente, al suddetto dormitorio. Senza fare ulteriori spoiler, la vicenda ruota attorno agli abitanti del Sakurasou: oltre a Sorata abbiamo Misaki Kamiigusa, una ragazza avente una personalità frizzante, estroversa ed energica con una fantasia estrema che le permette di andare d’accordo con nuove persone. Jin Mitaka,il classico donnaiolo incallito con una personalità rilassata, premurosa ma timida. Ryunosuke Akasaka, un hikikomori estremamente intelligente con il “dono” di decifrare la vera natura delle persone. Ben presto si uniranno Mashiro Shiina, una grandissima artista ma scandalosa per quanto riguarda il buon senso e Nanami Aoyama, una studentessa diligente e molto laboriosa, che non si ferma davanti a nulla per raggiungere i suoi obiettivi. Chiude il cerchio il tutore e professoressa Chihiro Sengoku, una donna pigra che si preoccupa solo di bere alcolici e cercare di uscire con uomini.

Risultati immagini per sakurasou no pet na kanojo

Considerazioni
La storia potrà sembrare la solita minestra riscaldata già presente in altre opere, ma Sakurasou riesce grazie a tecniche narrative notevoli, in 24 episodi e senza forzature, a farti apprezzare ogni singola sfumatura di questa grandissima famiglia. Esatto, famiglia è il termine appropriato: impossibile non affezionarsi ad ogni singolo membro; affronterete, assieme a loro, diverse situazioni e proverete altrettante emozioni quali felicità, tristezza, sorpresa, gioia, rabbia,ecc. Come se voi foste li come un nuovo individuo.

Ora veniamo ai temi trattati: semplicemente sublimi e non banali.
1. Il successo contrapposto all’insuccesso: Le persone di successo abbracciano e sono propense verso il cambiamento; le persone destinate all’insuccesso ne sono spaventate e intimorite. Ma solo collaborando fra compagni e non affrontando ogni evento che si pari avanti singolarmente se ne esce sempre vincitori.
2. Le persone di successo vogliono e desiderano che anche gli altri abbiano successo; le persone destinate all’insuccesso sperano in segreto che gli altri falliscano. Esempio perfetto sono Shiina e Kanda alle prime battute. Sorata è l’unico del suo dormitorio a non avere alcuna aspirazione dopo il diploma e sarà l’incontro con Mashiro a dargli lo sprono necessario per riuscire sempre a migliorarsi.
Il ragazzo inizialmente è insicuro e titubante con Shina, vedendola come un genio che a confronto lui non diverrà mai. Tuttavia, questa insicurezza si dissipa man mano che la storia progredisce e Sorata imparerà cosa sono il talento e la vera passione. Non sempre andrà come pianificato, ma non bisogna mai arrendersi; citando le parole di un mio professore: il fallimento è istruttivo,ti insegna dove hai sbagliato e ti regala una maggiore ampiezza di vedute.
3. Il successo di per sè prende all’individuo, già noto, parecchio tempo non avendo altro per godersi appieno la vita come dovrebbe e la persona che si innamora di esso teme che non potrà mai contraccambiare, pur come appena detto essendone attratto. Il percorso che compieranno Jin e Misaki per arrivare al vero amore sarà costernato da imprevisti ed ostacoli che il più delle volte li faranno dubitare chiedendosi se l’altra persona ricambi questo affetto. Jin, per essere all’altezza di Misaki inerente al successo, non vuole essere da meno e dovrà mettere al primo posto il sudore e la fatica per raggiungere il suo scopo.

Il personaggio di Nanami merita una parentesi a parte: una persona dedita interamente al lavoro 24 ore su 24 che mette al primo posto la passione in tuto ciò che fa. Ma come si suol dire il troppo stroppia e questa esagerazione le si ritorcerà contro abbattendola sia fisicamente sia psicologicamente. L’evoluzione di Nanami è una delle più accentuate e l’autore riesce nel suo intento sia mostrandolo allo spettatore sia occultandolo.
Ho amato alla follia l’evoluzione di ogni singolo personaggio, i loro intrecci amorosi, la loro amicizia, e parecchio altro che non voglio menzionare per non rovinarvi la visione.
Gli ultimi 4/5 episodi sono divini con annesso discorso finale di Misaki Kamiigusa che riassume perfettamente l’intera esperienza e piangendo assieme a loro, mi sono reso conto che ho vissuto un’intera esperienza che non mi scorderò mai nella vita e pure l’intero cast conserverà nel proprio cuore ogni singolo ricordo associato al dormitorio Sakurasou. Quest’ultimo non è inteso solo come un edificio diroccato, ma come una figura di conforto in cui i personaggi hanno condiviso dolori, felicità, tristezza e parecchio altro.
Parlando della grafica, quest’ultima è ottima sia per il design dei personaggi sia per gli ambienti. Qualche calo, ma nulla di preoccupante.
Conclude il tutto un doppiaggio favoloso, in grado di farti provare diverse sensazioni. Opening ed Ending orecchiabili, soprattutto la prima.

Risultati immagini per sakurasou no pet na kanojo

Difetti
Non ho menzionato il fattore ecchi, in quanto anche se presente funge solo da contorno per creare siparietti umoristici e non è invasivo (ne parla uno che lo odia fino alla morte). Devo lo stesso inserirlo nei difetti perchè anche se solamente presente all’inizio a qualcuno potrebbe far storcere il naso a lungo andare. Secondo, e ultimo per quanto mi riguarda, l’episodio 7 non è all’altezza dell’intera serie e serve principalmente da introduzione ad un nuovo soggetto.

Conclusioni
La valutazione che vedrete potrà sembrare agli occhi di qualcuno altissima, ma per chi mi conosce, nella distribuzione di ogni singola valutazione tengo in considerazione fattori che vanno ad incidere sul risultato finale: intrattenimento, storia, personaggi ed infine grafica accompagnata dal sonoro. Questi assieme formano il valore numerico finale associandolo sempre al genere cui ne fa parte.
Sakurasou eccelle, personalmente, in ogni singolo campo andando dritto all’obiettivo, senza mai annoiare grazie a situazioni fantastiche, a momenti strappalacrime (si, ho pianto per quattro episodi; nello specifico 18, 21, 23 e 24) delle gag divertenti e al trattamento di certe tematiche assolutamente non banali.
Alla luce di tutto ciò,Sakurasou no Pet na Kanojo entra a farte dei miei anime preferiti di sempre e i difetti che ho menzionato non vanno ad intaccare minimamente una serie d’animazione che spero anche a voi, gentili lettori/lettrici, vi darà molto.

Grazie per aver letto e alla prossima!

0.00
9.8

Trama

10.0/10

Personaggi

10.0/10

Grafica

9.5/10

Doppiaggio

10.0/10

Sonoro

9.5/10

Pros

  • Trama narrata in modo egregio
  • Personaggi sbalorditivi...
  • ...con annessa una crescita interiore elevata
  • Tematiche spiegate favolosamente e mai banalmente
  • Ottima grafica...

Cons

  • il fattore ecchi: anche se serve da contorno per strappare un sorriso, qualcuno potrebbe non apprezzare
  • Episodio 7 non all'altezza della serie
  • ... al netto di qualche piccolissimo calo che assolutamente non intacca minimamente la serie

Rispondi