Monster Hunter Generations Ultimate (MHGU per gli amici) è un gioco d’azione RPG per Nintendo Switch, nel quale dovremo scontrarci con mostri giganti. Il vostro Sensei è orgoglioso di portarvi questa recensione. Il gioco è una celebrazione e un omaggio all’intera saga. Infatti all’interno del titolo non mancheranno numerosi riferimenti e personaggi della serie.

– Gameplay

Questo titolo è una versione migliorata ed ampliata di Monster Hunter Generations uscito per 3DS, da cui potremo trasferire i nostri vecchi salvataggi, grazie ad un apposito programma, su Nintendo Switch. Veramente molto comodo per non ricominciare tutto da capo.

Come in ogni buon Monster Hunter che si rispetti, impersoneremo un cacciatore (o cacciatrice) il quale compito è per l’appunto cacciare i mostri che infastidisco il nostro villaggio.

Nel titolo potremo scegliere oltre alle numerose armi anche uno fra i 6 stili di combattimento disponibili: Stile Gilda, quello classico usato negli altri giochi della serie; Offensivo che permette di usare più arti di caccia e di ricaricarle più rapidamente; Aereo che permette di saltare e colpire i nemici dall’alto; Ombra che permette di non subire danni se si schiva un attacco all’ultimo secondo, Valoroso e lo Stile Alchemico. Infine è stata introdotta anche la possibilità di giocare sotto forma di un Felyne.

Il vero cuore del gameplay rimane come sempre la caccia ai mostri. Gli abitanti dei vari villaggi ci inviteranno a cacciare o catturare uno specifico mostro. Completando delle missioni denominate “Key Quest” potremo avanzare nella storia e trovare nuovi e più feroci animali da cacciare. In MHGU il farming è veramente selvaggio. Quindi rimboccatevi le mani e continuate ad uccidere il vostro Zinogre finché non dropperà quella maledetta gemma. Occhio al desire sensor (solo per veri intenditori).

Questo gioco non è assolutamente per casual gamer. Anzi molto spesso se non si è veterani della serie molte meccaniche del gioco vengono date per scontante creando una grandissima confusione tra i neofiti. Il mio consiglio è quello di procedere con molta calma e leggere bene ogni dialogo perché i tutorial in questo gioco sono pochi e non molto esaustivi. La curva di difficoltà di questo titolo è elevata. MHGU non perdona. La conoscenza delle debolezze specifiche di ogni mostro, il loro pattern di attacco ed avere la giusta arma/armatura farà la differenza tra il successo o la disfatta totale.

– Grafica

Il passaggio da 3DS a Switch si vede. I pixel del 3DS sono stati smorzati e resi con una grafica HD davvero soddisfacente. Gli effetti degli attacchi sono resi più fluidi e luminosi. Cosi come i movimenti dei personaggi e dei mostri più grandi. Nonostante queste migliorie la grafica non grida al miracolo anzi. Risulta comunque essere indietro rispetto agli attuali giochi per Switch come Zelda o Xenoblade. Complessivamente la resa è piacevole e non ci sono grandi sbavature o cali di frame rate, neanche nella modalità online.

– Audio & Sonoro 

L’audio fa il suo lavoro egregiamente. Le musiche con motivetti, ormai diventati un classico, vi conquisteranno immediatamente. Ogni area ed ogni situazione ha il suo motivo specifico.

Per quanto riguarda le armi il rumore che producono durante l’impatto con i mostri è reso magistralmente.  Si riesce a carpire solo dal sonoro la gravità del colpo inflitto. I versi prodotti dai nemici sono unici. In quanto ognuno ha il suo ruggito tipico. Imparerete presto a riconoscerli solo dalle loro grida.

– Cosa c’è di Nuovo?

In questo titolo rispetto a Monster Hunter Generations per 3DS sono state inserite molte novità. Oltre a varie migliorie grafiche e tempi di caricamento ridotti è stato introdotto il livello G. Il massimo livello di difficoltà del gioco (Basso Rango, Alto Rango, G Rango). Qui i mostri sono incredibilmente tosti e coriacei. Ucciderli sarà una vera impresa ma la soddisfazione sarà infinita così come la potenza delle armi ed armature ricavate da essi. Per molti (me incluso) il vero MH inizia dal G Rank.

Sono stati introdotti anche 2 nuovi mostri: Valstrax (disponibile anche nella demo) un Drago anziano con delle ali che fungono da jet e da lame e Ahtal-Ka Neopteron simile ad una mantide dorata, boss finale del gioco. Tra i vari mostri aggiunti in questo capitolo, una menzione va ai nuovi devianti. Mostri che sopravvivendo all’incontro con dei cacciatori hanno sviluppato un nuovo modo di combattere. Possiamo trovare Acutus Ceanataur, Occultus Malfestio, Fulmen Astalos; Arcanum Mizutsune; Glacialis Gammoth; e per concludere la lista il Cruor Diablos: deviante estremamente aggressivo, feroce, brutale, spietato e potente con sfumature di nero sulle ali. Uno dei due nemici principali del gioco.

Per concludere in bellezza sono stati inseriti anche due nuovi stili di caccia: lo Stile Valoroso e lo Stile Alchemico.

– Confronto con Monster Hunter World

Questa è la parte della recensione che più temo ma sicuramente quella che tutti voi aspettavate. Meglio Monster Hunter Generations Ultimate o Monster Hunter World?

Partiamo dal presupposto che sono due tioli distinti pensati e sviluppati per console diverse con una differenza di potenza di calcolo enorme. Inoltre ricordo che Monster Hunter GU è uscito in Giappone nel Marzo 2017 mentre MH World è uscito nel Gennaio 2018. Fatte le dovute premesse Monster Hunter Generations Ultimate è un titolo classico della serie. Porta poche migliorie rispetto al passato e non brilla per innovazione, ma piace per le sue meccaniche vecchio stile ed il numero impressionante di mostri da cacciare. Mentre MHW grazie ad una maggior potenza di calcolo introduce una veste grafica accattivante e nuove meccaniche che hanno semplificato il gameplay rendendolo più fruibile ma non per questo meno profondo; portando questa serie ad avere l’attenzione che merita. Il sogno sarebbe avere il gameplay di MHW con il numero di mostri (e quindi di armi ed armature) di MHGU. Speriamo che mamma Capcom ci accontenti.

– In conclusione

Monster Hunter Generations per Nintendo Switch porta con sé tutti i pregi ed i difetti delle serie classiche di Monster Hunter. Le migliorie grafiche e le nuove e numerose missioni introdotte valgono sicuramente l’acquisto del titolo per i fan del brand. I veterani della saga troveranno in questo nuovo capitolo tante sfide e missioni che li impegneranno trovando grande soddisfazione per il livello di difficoltà proposto. Per tutti i neofiti che si vogliono avvicinare al titolo anche travolti dall’onda di MHW, ho solo una cosa da dirvi, benvenuti in MONSTER HUNTER.

Se vi è piaciuta la recensione restante con noi per scoprire tante e divertenti News sul mondo dei Videogiochi. -Sensei

Vi ricordo i nostri canali principali ai quali è possibile iscriversi:

Facebook

YouTube

Clicca QUI per l’articolo precedente

Ottieni il gioco su Nintendo E-Shop


Di seguito tutti i canali sui quali potete seguirci per restare sempre aggiornati con QuestNews.it:


Pagina ufficiale Facebook

Canale YouTube ufficiale

Canale ufficiale Telegram QuestNews

Gruppo ufficiale Telegram QuestNews (Videogiochi)

Gruppo ufficiale Telegram Quest News (Fumetti, libri, animazione e serie TV)

0.00
8.5

Grafica

7.5/10

Contenuti

9.0/10

Difficoltà

9.0/10

Sonoro

9.0/10

Trama

8.0/10

Pros

  • Numero di Mostri elevato
  • Livello di Sfida proposto
  • Longevità e varietà delle Quest

Cons

  • Grafica Superata
  • Mancanza di un vero Tutorial per i Neofiti

I videogame sono la mia passione fin dalla più tenera età. Cerco costantemente il divertimento e lo svago che solo questo prodotto può creare. Con questo ardente desidero spero di contagiare tutti voi.

Rispondi