Il nuovo gioco della serie Omega Labyrinth, ovvero Omega Labyrinth Life, è uscito in maniera del tutto inaspettata anche sul territorio europeo sia per Nintendo Switch che per Ps4  il 1° Agosto 2019. Distribuito in Europa da Marvelous e creato dai ragazzi della Matrix Software il gioco si presenta con un Roguelike pieno zeppo di ragazze e fan service.

-Storia

Nella prestigiosa Bellefleurs Girls’Academy vi è un giardino ricco e fiorito, ed in questo magico luogo si narra una leggenda.  Si dice che i fiori continueranno a sbocciare per l’eternità grazie al potere emesso da “Flora”. In questa prestigiosa accademia fa il suo ingresso Hinata Akatsuki, la protagonista che, piena di gioia ed aspettative, ammira la bellezza di questo ambiente. Purtroppo la sua felicità non dura a lungo in quanto il giorno dopo tutti i fiori improvvisamente appassiscono.

Le ragazze della scuola rimangono sconvolte ed al fine di ripristinare lo splendido giardino, Hinata e le altre, si fiondano all’interno dei Dungeon per recuperare il potere perduto. Come potete intuire la trama  non è il punto forte di Omega Labyrinth Life. Essa si svolge linearmente senza colpi di scena ed è un mero pretesto per mostrare le grazie delle belle protagoniste, la vera essenza del gioco.

-Gameplay

Omega Labyrinth Life è un gioco di ruolo di roguelike dungeon crawler, di conseguenza gli scenari vengono generati casualmente, il che significa che ogni volta che visitiamo un sotterraneo potranno cambiare mappa, mostri e oggetti disponibili. Sia i PG che i mostri si muovono a turni. Come di consueto i personaggi accumulano esperienza e salgono di livello sconfiggendo mostri. Però una volta usciti dal sotterraneo torneremo al livello 1. Inoltre in caso di sconfitta, tutti gli oggetti nell’inventario verranno persi per sempre.

Quando iniziamo una missione, possiamo portare con noi un altro personaggio controllato dalla CPU. Sconfiggendo i mostri accumuleremo anche Omega Power, che farà aumenta le dimensioni del seno dei pg e le loro statistiche. Purtroppo quando ritorneremo nella scuola, il davanzale di Hinata & Company ritornerà alle sue dimensioni normali.  Fortunatamente però, potremo spendere i punti Omega accumulati per acquistare equipaggiamento ed oggetti.

Passiamo ad alcuni aspetti particolari del titolo. Grazie ai punti Omega potremo acquistare dei semi da piantare nel giardino per far ricrescere i fiori. Essi potranno essere colti e ricaveremo dei punti Nettare, i quali potranno essere utilizzati  per aumentare le nostre skill attraverso un mini gioco molto particolare. Ovvero…dovremo toccare i punti giusti della ragazza per poi far sbocciare il suo fiore. Ovviamente questa sequenza contiene tanto di quel fan service da farvi girare la testa. Infine come pezzi di equipaggiamento potremo trovare mutandine e reggiseni, che fungono da vera e propria armatura, insieme alle classiche armi come spade e scudi.

Ovviamente, all’interno dei dungeon, non mancheranno le occasioni per far spogliare la nostra protagonista, come le sorgenti termali lungo il percorso che ripristineranno gli Hp. Insomma fan service a palate.

-Grafica

Graficamente Omega Labyrinth Life risulta piacevole. Sia durante la fase di combattimento che nella scuola, avremo una visuale dall’alto con le nostre protagoniste in versione chibi. Il tutto risulterà molto carino e colorato, specialmente nell’accademia. Anche i mostri avranno questo aspetto kawaii. Però la semplicità e la ripetitività dei dungeon alla lunga si fa sentire. Si poteva creare una diversificazione maggiore negli ambienti di gioco. Inoltre le animazioni della lotta sono ridotte al minimo.

Ovviamente il bello del titolo risiede nelle cute-scene, le quali sono parzialmente interattive (esattamente quello che pensate, si possono toccare le tette alle ragazze durante i dialoghi) e nelle immagini a tutto schermo, le quali ovviamente lasciano vedere tutta la meravigliosa flora locale.

Un consiglio spassionato, il gioco su Ps4 è stato pesantemente censurato proprio su queste immagini, quindi la versione migliore per godere del titolo al 100% è sicuramente quella per Nintendo Switch.

-Audio & Sonoro

Nulla da dire sul reparto sonoro. Le tracce audio fanno il loro lavoro senza però alcuna lode, fatto salvo per la traccia dell’opening molto carina ed in linea con la frivolezza del titolo.

Per quanto riguarda gli effetti sonori anche qui siamo nella sufficienza. Salvo unicamente le voci delle ragazze mentre eseguono i Livel Up delle skills, quelle sono particolarmente intense. Il gioco è sottotitolato in inglese.

-In Conclusione

Omega Labyrinth Life è un gioco puramente votato al fan service più sfrenato e ben impacchettato. Tralasciando questo aspetto il titolo ha una difficoltà a tratti altalenante e il game over non perdona facendovi praticamente ricominciare tutto da zero. Quindi se cercate un titolo roguelike dungeon crawler pieno di fan service, ma con un “livello punitivo” elevato Omega Labyrinth Life fa per voi.

0.00
6.8

Grafica

7.5/10

Gameplay

6.5/10

Contenuti

7.0/10

Trama

6.5/10

Sonoro

6.5/10

Pros

  • Pieno zeppo di Fan Service
  • Colorato e Frivolo al punto giusto
  • Immagini molto provocanti

Cons

  • Il Game Over è molto punitivo
  • Trama non pervenuta
  • Difficoltà altalenante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *