Avete mai immaginato come possa essere l’ inferno? Ecco PlayWay non l’ha soltanto immaginato ma ha voluto creare quello che secondo loro è l’ impero di Lucifero, presentandolo con il nome Agony. La trama inizia con l’ arrivo all’inferno. Il protagonista non ha memoria della sua vita o del perché sia finito nel regno infernale. Spinto soltanto dallo scopo di trovare la dea rossa per poter fuggire. Supererà le porte dell’inferno, pronto a sopravvivere in un luogo dove la sofferenza non ha fine.

Agony è un horror con visuale in prima persona dove il nostro compito sarà quello di superare l’ inferno e trovare un modo per fuggire. Durante l’esplorazione sarà importante guardarsi intorno per poter trovare vari oggetti indispensabili per proseguire, infatti il titolo offre vari enigmi da risolvere come per esempio inserire parti del corpo o disegnare con il sangue segni diabolici. I nemici saranno esseri demoniaci dalle fattezze inquietanti, capaci di ucciderci in qualsiasi momento. Ecco perché per la maggior parte dell’ avventura si dovrà fuggire o distrarre, usando l’ ambiente circostante o determinati oggetti. In caso di game over si avrà la possibilità, per un tempo limitato, di potervi spostare con lo spirito del protagonista. In questa forma potrete quindi osservare senza disturbi l’ambiente circostante, così da capire la posizioni dei nemici o la strada giusta da percorrere.
Purtroppo i comandi non sempre rispondono bene e può capitare di morire a causa della mancata azione. Questo problema l’ho riscontrato su console PlayStation 4

L’ ambientazione di gioco sarà suddivisa in mappe estese, che potremo esplorare in lungo e largo alla ricerca di una via d’uscita. L’atmosfera rimarrà immutata quindi l’ area di gioco sarà sempre cupa e buia. Purtroppo non molto felici sulla grafica che, piena zeppa di bug e cali di frame rate, fanno perdere molto a livello artistico togliendo così una delle poche qualità di Agony. Nulla da dire invece per il comparto sonoro che, se accompagnato con delle ottime cuffie, riuscirà ad immergere in un luogo malato e privo di umanità.

In conclusione Agony è un horror incompiuto a causa della troppa attenzione data nel farlo essere un titolo violento e facilmente censurabile. Gli sviluppatori non sono stati in grado di dosare bene il tutto, portando così un pasticcio in tutti i sensi.

Sono un ragazzo con un obiettivo preciso, crescere nel mondo videoludico e portare la mia redazione al successo. Ci sarebbe molto da dire su di me, ma è meglio che siate voi a scoprire chi sono.

0.00
7.4

Grafica

7.0 /10

Contenuti

7.0 /10

Difficoltà

8.0 /10

Sonoro

8.5 /10

Trama

6.5 /10

Pros

  • Il comparto sonoro è ottimo

Cons

  • Pieno di problemi grafici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *