Luis e gli alieni è un film d’animazione che, anche se non a livello dell’intrattenimento animato delle grandi Major, diverte i più piccoli facendoli riflettere su di un tema molto importante: l’accettazione delle diversità tra le persone.

Luis è un dodicenne solo. Il padre ufologo non bada molto a suo figlio e la madre è da tempo venuta a mancare. Per Luis la routine quotidiana è quella di badare a suo padre, andare a scuola (dove viene spesso preso in giro e bullizzato) per poi tornare a casa e tentare di non far perdere la pazienza all’intero vicinato stufo del comportamento del padre. Un giorno però degli alieni approdano sulla terra e per il giovane inizierà una pazza avventura.

Il film pone come centro portante il tema della diversità e dell’accettazione delle persone intorno a noi senza giudicarle. La grande qualità della pellicola si pone nella sua scorrevolezza, la sua durata di un’ora e mezza non si fa per niente sentire e tutto viene mischiato perfettamente tra gag simpatiche e messaggi importanti.

Tutti i personaggi della storia funzionano: dai principali ai secondari fino ad arrivare agli antagonisti. I tre alieni e Luis riescono a dare sempre vita a momenti divertenti che per un pubblico più piccolo faranno sorridere e intrattenere. 

Un difetto del film si può trovare nei suoi disegni e animazioni, davvero al di sotto della media rispetto a quelli che vengono proposti negli ultimi tempi, ma ciò non toglie assolutamente nulla in senso di intrattenimento.

Durante le battute finali vengono proposte animazioni e scene di inseguimenti molto ben strutturate e questo, per i più piccoli, riuscirà a far divertire e rimanere a bocca aperta.

Luis e gli alieni malgrado le sue animazione non all’altezza delle aspettative è un film d’animazione in grado di piacere. Le scene tra Luis e i tre alieni protagonisti sono divertenti e in grado di far ridere il pubblico più piccolo. Al contrario però di molti film d’animazione odierni in grado di far emozionare grandi e piccoli, questo film riesce solo nel secondo tipo di pubblico a livello di puro divertimento e visione della pellicola. Il punto di forza di questo film è quello di mischiare intrattenimento per bambini e allo stesso tempo insegnare loro una morale: tutti noi siamo diversi e tutti noi abbiamo dei problemi, e a volte, al posto di utilizzare il giudizio, sarebbe meglio cercare di capire e ascoltare una persona standole vicina per poterla far stare meglio.

Possiede un diploma in amministrazione, finanze e marketing.

Durante gli anni scolastici si è sempre più avvicinato al mondo dell’intrattenimento televisivo e cinematografico approfondendone le strutture teoriche e tecniche.

Ha studiato sceneggiatura, regia, montaggio e storia del cinema da privatista e tramite corsi universitari DAMS (discipline delle arti, della musica e dello spettacolo).

Ha collaborato per la creazione di uno dei primi reality web in Italia: “coach in coaching”.

Possiede una qualifica riconosciuta come master in cinema, teatro e spettacolo dove ha imparato tutto ciò che occorre sapere in merito a produzione, sceneggiatura di un film e regia cinematografica

Si sta affermando come storyteller per implementare un nuovo business in Italia dedicato al digital brand storytelling.

0.00
7.2

Sceneggiatura

8.0/10

Animazioni

6.5/10

Regia

7.0/10

Pros

  • Ottima sceneggiatura in grado di far capire un importante messaggio ad un pubblico di bambini
  • Pellicola scorrevole che non annoia

Cons

  • Le animazioni e i disegni non sono all'altezza delle aspettative odierne
  • Rispetto a molti altri film d'animazione questo non cattura l'interesse dei più grandi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *