L’assenza di Sony all’E3 2019 è stata sicuramente sentita ed importante per il mondo videoludico. Si potrebbe dire che abbia lasciato un vuoto significativo nella fiera losangelina anche se per molti la scelta è stata azzeccata soprattutto in virtù della live pochi giorni prima per presentare Death Stranding. Oltre a questo Sony ha cercato comunque di far sentire la sua presenza in forma più nascosta. Secondo molti infatti l’assenza all’E3 di quest’anno potrebbe far presagire il rafforzamento di quelli che sono gli State of Play per trasformarli in dei veri e propri Direct simili a quelli consueti di Nintendo.
In ogni caso la casa di Tokyo ha confermato la sua presenza consuetudinaria ai prossimi grandi appuntamenti ovvero la Gamescom di Colonia e il Tokyo Game Show. Cosa che smentirebbe l’affermazione di qui sopra, lasciando intendere infatti come la compagnia sembra essere tornata tranquillamente in carreggiata con la consueta schedule. Ricordiamo che la Gamescom si terrà tra il 24 e il 29 agosto, mentre il Tokyo Game Show tra il 12 e il 15 settembre.

Non solo, la compagnia terrà anche una conferenza il 1 agosto, chiamata Chinajoy. Si tratta di un evento che dovrebbe principalmente coinvolgere videogiochi creati da sviluppatori cinesi. Show che durerà circa due ore e inizierà alle 11:30, ora italiana.

La questione relativa a Sony e all’E3 è quindi ancora da definire. Non sappiamo se la casa di Tokyo sarà presente alla fiera losangelina del prossimo anno. Anche se certamente una sua assenza con la generazione al lancio lascerebbe presagire davvero l’intenzione di disertare quasi a titolo definitivo l’E3. Nonostante questo appunto, l’annuncio della presenza ai due eventi di agosto e settembre è sicuramente importante perchè inquadra Sony all’interno di un percorso di eventi e conferenze più consuetudinario.

FONTE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *