Oggi parleremo di The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel un JRPG a turni, sviluppato da Nihon Falcom e distribuito dalla Marvelous Europe alla quale vanno i nostri ringraziatemi per averci fornito il titolo. Si tratta di un remake per Ps4. Il gioco in precedenza era stato rilasciato su Ps3 e PsVita nel 2015. Scopriamo quali novità e feature ci riserva.

-Storia

Per chi non conoscesse la saga il titolo è ambientato nell’Impero Ereboniano ed i fatti narrati si svolgono subito dopo la conclusione di Trails in the Sky. Non preoccupatevi il gioco è assolutamente godibile anche senza aver giocato i capitoli precedenti (come nel mio caso del resto) trattandosi di una nuova trilogia.

In The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel il protagonista sarà Rean Schwarzer nuovo alunno della prestigiosa Accademia Militare di Thors. Finirà nella sperimentale Classe VII, nella quale non ci sarà alcuna distinzione di rango sociale. Uno scandalo per il paese. Qui troviamo tutti i vari personaggi che ci accompagneranno in questa avventura, caratterizzata da un intrigante sviluppo narrativo nella trama della politica dell’Impero Ereboniano. Non voglio dilungarmi ulteriormente sulla storia per non rovinare il piacere della stessa, la quale è scritta e diretta magistralmente. Matura ed intrigante al punto giusto. Capace di coinvolgere fin da subito.

-Gameplay

In The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel il sistema di gioco è classico per un JRPG. Potremo gestire fino a 4 personaggi sul campo di battaglia i quali a turno potranno compiere una determinata azione, come l’attacco. In combinazione al solito sistema di equipaggiamento troveremo gli Orbment. Per farla breve sono come le “Materia” in FF7.  Ad essi si associano i cosiddetti “Master Quartz” i quali ci conferiscono abilità, magie ed altro. Per concludere troviamo i “Tactical Link System”, degli attacchi speciali in combinazione con i nostri compagni. Più il legame che ci unisce con al nostro partner sarà saldo più attacchi avremo a disposizione.

Il cuore di tutto il gameplay di The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel non è tanto il combat system ma quello che gli ruota intorno.  All’interno del gioco noi potremo vivere come un vero studente dell’Accademia Militare di Thors. Potremo pescare, cucinare, uscire con i nostri compagni di classe e molto altro. Ciò influirà sui nostri legami e di conseguenza sulla nostra capacità offensiva in battaglia. Un pò come accade nella serie di Persona. Tutto questo rende il gioco una sorta di mondo vivo e pulsate, con tantissime attività extra da svolgere scandite dalle giornate che passano veloci ed inesorabili.

Ahimè nulla è cambiato dalla versione per Ps3/PsVita. La vera novità sta nel “Turbo”. Con la pressione del tasto L2 in qualsiasi momento potremo velocizzare tutto il gioco fin anche ai dialoghi. Praticamente giocheremo in modalità accelerata. Ottimo trucco per velocizzare gli spostamenti ed i combattimenti.

-Grafica

Graficamente il gioco risulta godibile ma non è stato fatto un grande lavoro di restyle. Nel complesso le texutre del titolo sono state smussate ma nulla di più. Le animazioni sono rimaste le stesse delle versioni precedenti. Ormai nel 2019 esse risultano molto legnose ed a tratti buffe. Nulla che possa incidere negativamente sul prodotto, però mi sarei aspettato qualcosina di più. Nell’insieme The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel accusa gli anni passati.

-Audio & Sonoro

Le musiche sono quasi sempre perfette. Accompagnano il gioco in maniera eccelsa. Non ho trovato nessun motivetto memorabile o che rimanesse impresso, ma nel complesso sono rimasto soddisfatto. Doppiaggio in inglese o giapponese con sottotitoli in inglese. Quindi non c’è la presenza dell’italiano. Un fattore da non sottovalutare vista la mole di testo presente nel titolo.

-In Conclusione

Se dovessi analizzare solo il lavoro svolto per il remake di The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel direi che non ci siamo proprio. Portandolo su Ps4 non ci sono state aggiunte degne di nota. D’altro canto un gioco come Trails of Cold Steel vale sicuramente la pena di essere giocato. Una piccola perla sconosciuta ai più. Consigliatissimo a tutti gli appassionati di JRPG che se lo sono lasciati scappare.

0.00
7.5

Grafica

6.0/10

Contenuti

6.0/10

Gameplay

8.5/10

Sonoro

8.5/10

Trama

8.5/10

Pros

  • Storia matura
  • Personaggi ben Caratterizzati
  • Gameplay semplice ma accattivante

Cons

  • Remake fatto con sufficienza
  • Graficamente arretrato
  • Unicamente in Inglese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *