Lovecraft è stato uno scrittore che ha dato vita a creature e ambientazioni fantastiche quanto inquietanti. L’azienda Frogwars ha voluto onorare le varie opere, creando un videogioco investigativo chiamato The Sinking City, sfruttando tutto il materiale necessario per creare un mondo di gioco terrificante.
La trama narra le vicende di un investigatore privato chiamato Charles Reed, che si ritrova a dover muoversi nelle strade pericolose di Oakmont, una cittadina immaginaria situata sulla costa est degli Stati Uniti. A causa di una tremenda inondazioni, la città ha subito ingenti danni, diventando così un luogo pieno di strane creature e decisamente non amichevole. Charles dovrà quindi investigare e cercare di risolvere i vari misteri presenti a Oakmont.

Il gameplay di gioco è un mix tra azione e strategia nel risolvere vari enigmi, infatti gli sviluppatori hanno voluto dare spazio ad ogni singolo elemento come i combattimenti o lo spostamento, anche sè il meglio del titolo esce fuori durante le fasi di investigazione. Presente anche un albero delle abilità che permetteranno di potenziare il protagonista. Ma Charles Reed non è un normale investigatore, infatti può sfruttare particolari doti che gli permetteranno di risolvere facilmente i vari crimini, come la possibilità di avere delle visioni osservando attentamente un oggetto o semplicemente toccarlo.
Una particolarità ben fatta del gameplay è invece quella di gestire i legami con i vari NPC, che porteranno a vivere diverse esperienze di gioco (anche sè le missioni saranno uguali non significa che vedrete il quadro come l’ho visto io). Punto negativo invece al sistema di combattimento, che risulta molto legnoso e davvero frustrante in certi momenti, soprattutto durante il puntamento.

L’ambientazione risulta ottima, soprattutto la parte estetica con case e luoghi ispirati a gli anni venti. Fin da subito avrete modo di muovervi in città e non saranno presenti molte missioni secondarie, cosa che porterà a non mettere confusione. La possibilità di raccogliere oggetti di scambio come bottiglie alcoliche o stracci, inserisce anche una parte dedicata al crafting, dando così una motivazione in più a soffermarsi nei vari cunicoli. Non molto comuni invece gli oggetti legati alla cura o difesa, il che rende la giocabilità molto più dura del previsto, certo avrete modo di scegliere varie difficoltà, ma comunque The Sinking City punta a dare una esperienza survival a 360 gradi. Nulla da dire per quanto riguarda l’accompagnamento sonoro che si sposa perfettamente con l’atmosfera cupa e tetra.

In conclusione The Sinking City è un ottimo titolo per gli amanti del genere, in certi istanti sembrerà quasi di fare ritorno nella città di Silent Hill o di essere catapultati all’interno delle varie opere di Lovercraft. Tutto funziona più o meno come dovrebbe funzionare e tolto qualche problema, il titolo riesce comunque a soddisfare.

0.00
8

Grafica

8.0/10

Gameplay

7.5/10

Trama

8.0/10

Sonoro

8.6/10

Pros

  • Ambientazione ben fatta
  • Storia intrigante

Cons

  • Sistema di combattimento
  • Qualche errore grafico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *