The Walking Dead è una serie che ormai va avanti da moltissimo tempo.
Nate da una serie a fumetti, le avventure di Rick e company hanno appassionato milioni di persone, ma perché molti pensano si sia ormai “persa” come serie? Cos’è che non riesce più ad attirare nel continuare a vederla? Beh oggi sono qui per dire il mio pensiero, che spero venga apprezzato e applicato.
Iniziamo facendo un passo indietro, che ne dite?

The Walking Dead inizia con un invasione zombie. Le persone morte tornano in vita infettando e distruggendo quello che l’uomo aveva costruito.
Questa apocalisse ci viene mostrato attraverso gli occhi di Rick, un poliziotto che a causa di un incidente in servizio entra in un coma profondo, risvegliandosi poi quando ormai tutto è distrutto. Alla ricerca della sua famiglia (moglie e figlio), Rick inizia a guidare un gruppo di sopravvissuti, mettendo in pratica quella che purtroppo non è la miglior cosa, ovvero la legge di Darwin.
Nel corso delle stagioni molti sono i personaggi ad uscire di scena, ma sono anche molti quelli ad entrare.
La sopravvivenza è dura, ma soprattutto cambia drasticamente il carattere delle persone anche quelle che in fondo sono buone.
Come potete leggere ho menzionato davvero poco la presenza dei morti viventi, questo perché The Walking Dead non punta tutto sulla loro figura anzi, li usa per attirare lo spettatore a capire cosa succederebbe se davvero accadesse una cosa del genere.
Quello che voglio farvi capire è che il vero scopo della serie è di mostrare cosa la nostra razza è capace di fare, come per esempio applicare la legge del più forte, che prevede quindi la distruzione del più debole. Il protagonista all’inizio sarà la classica persona buona che vorrebbe aiutare tutti ma, con il passare del tempo, inizierà a capire che questo non è possibile.

Questa è un altra cosa che può essere apprezzata di The Walking Dead, il cambiamento di carattere di ogni singolo personaggio e non si tratta di crescita ma di evoluzione vera e propria.
Prendiamo come esempio Carol, all’inizio è la donna che non denuncia le minaccie del marito per paura, ma a seguito di determinati avvenimenti diventerà spietata con chi merita, ma soprattutto molto fredda nelle decisioni. Potrei menzionare anche Daryl (personaggio inserito nella serie e non presente nei fumetti) che inizialmente sarà il classico attaccabrighe sicuro di sé, per diventare poi una persona più rispettosa e coraggiosa. Potrei stare qui a menzionare l’evoluzione di ogni singolo personaggio, ma toglierei a voi la possibilità di notarlo.
Un’altra nota positiva è l’ambientazione che unisce il vecchio con il nuovo. La tecnologia ormai è del tutto inutile ed i cavalli tornano ad essere il mezzo primario per spostarsi. Ovviamente non tutti accettano l’animale e quindi si affidano per quello che possono ai pochi veicoli, come moto o furgoni. Le grandi città vengono abbandonate, mentre i piccoli villaggi, creati o già presenti, vengono popolati da svariati personaggi che arrivano da tutto il continente.
Ma non tutti sono buoni e molti sono quelli che decidono di prendere il comando, anche quelli che all’apparenza possono apparire buoni, perché è così che accade quando non esistono più regole e rimane solo il desiderio di conquistare e sottomettere, come faranno molti nemici durante l’avventura.

In conclusione quindi a cosa serve questo articolo? Semplice a far capire che The Walking Dead non deve essere iniziato soltanto per la presenza degli zombie. Certo i morti viventi sono pericolosi, ma credetemi se vi dico che non c’è nessun essere, vivo o morto, più pericolo dell’uomo stesso.
Se non avete ancora iniziato The Walking Dead spero allora di darvi la giusta spinta per guardarlo, mentre se avete smesso di vederlo a causa della classica scusa “Gli zombie non sono più molto presenti” allora spero di darvi una bella mescolata al vostro pensiero.


Di seguito tutti i canali sui quali potete seguirci per restare sempre aggiornati con QuestNews.it:


Pagina ufficiale Facebook

Canale YouTube ufficiale

Canale ufficiale Telegram QuestNews

Gruppo ufficiale Telegram QuestNews (Videogiochi)

Gruppo ufficiale Telegram Quest News (Fumetti, libri, animazione e serie TV)

Sono un ragazzo con un obiettivo preciso, crescere nel mondo videoludico e portare la mia redazione al successo. Ci sarebbe molto da dire su di me, ma è meglio che siate voi a scoprire chi sono.

Rispondi