Recentemente Gregory Mele, fondatore della Swordplay Guild di Chicago, nonché esperto di lotta ravvicinata medioevale, ha valutato positivamente le battaglie in The Witcher, queste sono state le sue parole a riguardo:

“È credibile che sia un combattente”

“Geralt nello spettacolo è armato con una spada lunga piuttosto corta equivalente a una spada che potrebbe essere esistita intorno al 1400 d.C.”

“Un’elsa a due mani su una lama poco più lunga di una spada ad una sola mano, creando un’arma adatta per l’uso con una o due mani, il che significa che è possibile anche usarla a cavallo o, se necessario, con uno scudo. Penso che la lama sia ancora un po’ corta, ma siccome è una spada fantasy, tutto ciò è ragionevolmente realistico”.

“Le scene di combattimento sono frenetiche, dinamiche e Henry Cavill ha dimostrato in Superman e Justice League di avere molta fisicità e di saper gestire le coreografie di combattimento”

“Hanno progettato uno” stile “per Geralt: potenti fendenti, di solito realizzati dopo la parata (quella che viene chiamata una parata sospesa), spinte diritte e quindi veloci transizioni verso una presa inversa, spesso tenendo la spada per la base della lama, con la mano avvolta attorno alla guardia. Da qui usa spinte e colpi ravvicinati. Di solito si sposta da una figura all’altra insieme a piroette”.

Voi cosa ne pensate? Vi sono piaciuti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *