Buone feste a tutti voi e benvenuti in questa nuova Top 5 Videogiochi “Diseducativi”. Natale è alle porte e cosa c’è di meglio di una bella top controversa? Nulla, direte giustamente. Quindi eccoci qui a parlare di videogiochi. L’idea mi è venuta leggendo un articolo sul nostro sito CLICCA QUI per L’articolo.

Per videogiochi diseducativi intendo tutti quei titoli che nella loro trama o gameplay hanno come tema principale la violenza, il sesso, il linguaggio scurrile e molto altro. Ovviamente indicarli come diseducativi senza un contesto non è corretto. Diciamo che in questa classifica ci sono giochi indirizzati ad un pubblico maturo, che molto spesso vengono giocati anche da altre fasce di età. Ovviamente non potendo scrivere un titolo cosi prolisso ho dovuto condensare il concetto.

Come sempre vi ricordo che la Top 5 Videogiochi “Diseducativi” è assolutamente personale e si basa su titoli (o saghe) che ho personalmente provato. Non perdiamo ulteriore tempo e vediamo cosa non regalare ai bambini questo Natale (a parte i guanti, quelli proprio no).

  • 5° Gal Gun (Saga)

Una serie che adoro sin dal primo capitolo. In questi videogiochi saremo uno studente circondato solamente da compagne di classe (si sono tutte donne professori inclusi). Il nostro obbiettivo sarà quello di tenerle lontano da noi in quanto saranno tutte follemente innamorate del nostro protagonista. Come possiamo tenere a bada un’intera scuola di sole ragazze? Nel modo più giapponese possibile. Con una pistola ai feromoni (la Gal Gun appunto) la quale è in grado di mandare in estasi le giovani fanciulle facendole svenire per la troppa eccitazione. I gridolini e le pose sexy non mancheranno in questa saga. Consigliatissimo.

  • 4° GTA (Saga)

Come poteva mancare la RockStar in questa classifica? GTA ovvero Grand Theft Auto sin dal suo primo capitolo ha fatto della violenza il suo marchio di fabbrica. È ironico pensare che rubare un’auto sia il crimine minore che possiate commettere. È un titolo talmente famoso e criticato che ogni persona sulla terra (genitori compresi) lo conosce. Credo che sia il videogioco più citato nei telegiornali. Per chi non lo conoscesse dovremo interpretare dei criminali e vivere la loro vita. Quindi rapine, sparatorie, inseguimenti, droga e parolacce (mamma mia che oscenità) saranno all’ordine del giorno. In particolar modo il quinto capitolo è un vero capolavoro.

  • 3° Catherine

Titolo un po’ sconosciuto (anche se è in arrivo il suo remake). In questo gioco saremo Vincent il quale si ritrova a letto con la bella Catherine ma scopriremo presto che il nostro protagonista ha così tradito la sua fidanzata Katherine (la fantasia quella vera). Da questo momento in poi la nostra vita va in pezzi e saremo tormentati da incubi orribili. La parte peggiore però deve ancora arrivare. Se si muore nel sogno si muore anche nella realtà. Gli incubi sono qualcosa di assurdo, completamente folle e spaventoso degni di un ottimo film horror e per non farci mancare nulla non mancheranno scene molto piccanti (a partire dalla copertina che più ambigua non si può). Questa bivalenza permea tutto il gameplay rendendo il titolo unico.

  • 2° God of War (Saga)

Ecco che arriva il nostro spartano preferito. Kratos, il deicida per eccellenza. Tutta la saga è permeata da una violenza eccezionale. In particolar modo le mosse finali contro gli dei sono qualcosa di spettacolare. Brutali e sadiche al punto giusto. Inoltre il nostro buon Kratos non sta tutto il giorno a prendere a pugni i vari Zeus e figli ma sa anche come divertirsi in altro modo, più carnale diciamo (celebre è la scena nella stanza di Afrodite in God of War 3 e c’è pure la Remaster). Quindi sesso e violenza. C’è qualcosa di meglio per questo Natale?

  • 1° Mortal Kombat (Saga)

Avete detto FATALITY con voce lenta e profonda per caso? Ecco il videogioco che ha fatto della violenza la sua punta di diamante. Conosciuto in tutto il mondo per le sue spettacolari mosse finali, chiamate appunto fatality. In tutta la saga troviamo scene degne di nota, ma l’apice lo raggiunge il decimo capitolo, Mortal Kombat X (XL se preferite avere tutti i DLC).Di seguito potete trovare un video con tutte le mosse finali. CLICCA QUI PER IL VIDEO. Vi avviso che sono immagini molto forti adatte ad un pubblico maturo (vi ho avvisato) ed il video dura più di 20 minuti (capite quanto ci tengano a fare le cose fatte bene). Alcune sono così sorprendenti e assurde che resterete allibiti davanti a tanta brutalità. Un videogioco da giocare insieme a tutta la famiglia durante il cenone di Natale.

Spero vi sia piaciuta questa Top 5 Videogiochi “Diseducativi”. Come sempre aspetto i vostri commenti e le vostre personali classifiche. Questa poteva essere benissimo una Top 100 dalle mole di titoli che non ho citato. Quindi aspettatevi un altra classifica.

Un saluto e tanti auguri di buone feste a tutti voi. Ricordo infine la nostra pagina FaceBook – Quest News.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *