Ormai la maggior parte dei discorsi che vengono presi sui videogiochi sono come le ultime generazioni siano meno belle di quelle passate. Giocatori che osannano i tempi delle prime console ed altri invece che cercano di fare capire quanto i titoli attuali siano allo stesso livello. Con questo articolo non voglio assolutamente prendere posizione e quindi rimarrò esterno ad entrambe le fazioni, ma comunque quello che scriverò sono i molti errori che vari sviluppatori fanno nella creazione dei videogiochi

Annuncio senza data

In molte sono le aziende che attraverso eventi speciali, pubblicano o parlano di un videogioco ancora in una fase larvale. Questo modo del tutto scorretto, porta i fan a creare grosse aspettative che vengono poi sfumate dopo la scoperta di una mancanza della data.

Troppa pubblicità

Inutile negarlo, quante volte avete visto un titolo pompato al massimo attraverso la pubblicità? Questo modo, che all’apparenza sembrerebbe del tutto normale, può essere sinonimo di insicurezza e quindi una grossa campagna pubblicitaria porta molti giocatori a non pensare che forse questa scelta sia stata presa per poter inserire più copie possibili al day one.

Niente articoli prima dell’uscita

Comunemente chiamato “Embargo” molte aziende preferiscono non distribuire anteprime fino all’uscita del titolo, oppure scelgono di non fare uscire articoli dedicati finché non è disponibile per tutti. Questa scelta di contratto potrebbe segnare come l’azienda non voglia avere influenze negative sulle vendite attraverso le molte recensioni in anteprima.

Rinviato in data da definire

Questo gesto si sposa bene con il primo riportato sull’articolo. Capita ormai molto spesso che un videogioco venga rinviato di continuo. Le scuse sono tante come errori da correggere,grafica da migliorare e persino trama da riscrivere. Alla fine però, dopo che il gioco viene pubblicato, tutte le scuse che hanno usato per il rinvio per strane ragioni sono all’interno del titolo.

Lasciare eredità lavorativa

Qui parliamo di una nicchia molto ristretta di aziende che, dopo l’annuncio del progetto, abbandonano e lasciano quello creato in mano ad un altro producer o persino azienda. Questo passaggio porta la maggior parte delle volte a riscrivere completamente la storia o peggio alla cancellazione totale

Tutto il mondo è un open world

Questo genere ormai ha preso piede e tutti gli sviluppatori puntano a creare titoli con all’interno una grande mappa da esplorare. Non è una cattiva idea voi penserete, eppure a volte certi titoli possono dare il massimo sé non ci fosse l’open world. Va bene che è bello dare questa libertà ma bisogna anche capire che una mappa grande deve essere riempita.

Remake

Ecco questo punto è davvero molto sensibile, in quanto molte persone ucciderebberò per il remake del loro titolo preferito. Sappiate però che la realizzazione di un remake nasce per essere un colpo sicuro, le varie aziende non sono stupide e sanno che un videogioco che ha fatto la storia può tornare nuovamente in carreggiata per far guadagnare. Il problema reale però appare quando la stessa azienda decide di sfornare solo remake, rimanendo totalmente fuori dalla realizzazione di un nuovo prodotto.

Perché una sola console non basta

Ecco con questo motivo non capisco come molti giocatori diano soldi per avere nuovamente un titolo già presente in altre console. Capita ormai spesso di vedere un videogioco pubblicato sopra più console, e non parlo dell’uscita su tutte le piattaforme ma del processo che le varie aziende applicano per continuare a vendere il prodotto. Oggi in questa console e domani sull’altra e così via per guadagnare sempre di più

Squadra che vince non si cambia

È un detto davvero giusto ma certe volte cambiare può portare a nuovi successi. Ci sono aziende che applicano sempre la stessa formula, ed iniziano a sfornare titoli praticamente uguali, a parte la trama ed i personaggi per fortuna.

Capolavoro pubblicitario

Anche sé questo motivo sta letteralmente morendo è comunque doveroso scriverlo. Capita raramente che varie aziende paghino determinate persone influenti per parlare bene del loro lavoro, così da attirare maggiore pubblico verso il loro prodotto

Ecco quindi la conclusione dei dieci errori che varie aziende fanno nella realizzazione di un videogioco. Ricordo che non sempre è così anzi, capita che un rinvio o una grande pubblicità servano a far capire realmente le qualità del prodotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *