Uno dei generi videoludici più apprezzati sono sicuramente gli horror games. Chi non conosco Resident Evil, Silent Hill o il terrificante Outlast? Beh in questa nuova classifica andrò ad inserire dieci titoli horror che, per strane motivi, non sono ricordati o menzionati. Ricordiamo che la classifica è casuale

10) Rule of Rose (2006)

Colonna sonora stupefacente, stile grafico da urlo ed una giovane ragazza alle prese con psicopatici che venerano entità con sacrifici. Sé siete amanti degli horror non potete non conoscere Rule of Rose.

9) Nocturne (1999)

Doppiaggio a parte, Nocturne narra le vicende di una misteriosa organizzazione che combatte le forze del male. Scheletri, pipistrelli giganti e persino lupi mannari, tutto con una grafica che ai tempi era davvero stupefacente

8) Harvester (1996)

Uno dei tanti punta e clicca dell’epoca, Harvester vede come protagonista un giovane ragazzo senza memoria. Risvegliatosi in una cittadina misteriosa, dovrà cercare di sopravvivere ad una comunità di cannibali. Sapete qual’è la cosa divertente? Vedere attori veri con gli effetti speciali del tempo sbudellarsi senza motivi particolari.

7) Non ho bocca e devo urlare (1995)

Ecco un altro punta e clicca, ma questa volta con tematiche davvero interessanti. Un computer ha distrutto completamente l’umanità, lasciando soltanto cinque sopravissuti che dovranno affrontare le proprie paure.

6) Dino Crisis (1999)

Capcom non ha soltanto fatto Resident Evil sapete? Dino Crisis è un videogioco survival horror, che porta il giocatore ad esplorare una zona piena di dinosauri. Il compito di Regina (protagonista del titolo) è quello di recuperare uno scienziato scomparso in circostanze misteriose.

5) Clock Tower (1996)

Non la serie ma soltanto il primo, quello che vede due studentesse cercare di fermare uno dei nemici più angoscianti, il temibile Scissorman. Sé amate la tensione e gli enigmi allora questo gioco è quello giusto

4) Call of Cthulu: Dark Corners of the Earth (2006)

Jack Walters è un investigatore privato che per strani avvenimenti si ritrova ad affrontare le tremende creature partorite dalla mente di Howard Phillips Lovecraft. Spero vivamente che prima del gioco voi andiate a leggere i romanzi, visto che sono decisamente terrificanti

3) Forbidden Siren (2003)

Ambientato in un remoto villaggio rurale sulle montagne giapponesi, Forbidden Siren potrebbe essere visto come un parente di Silent Hill, con l’unica differenza che qui, in questa cittadina orientale, il sangue non è mai troppo.

2) Project Zero (2001)

Una giovane studentessa di nome Miku, entra nella Magione Himuro, una villa che per strani avvenimenti è vista come un luogo maledetto. Armata soltanto di torcia, Miku entrerà in possesso di una macchina fotografica capace di catturare gli spettri.

1) The House of the Dead (1997)

Sicuramente avrete visto il titolo nelle sale giochi, sono sicuro. The House of the Dead è un arcade horror che racconta di un epidemia zombie scoppiata all’interno di una magione. Il nostro compito è quello di fermare il folle Roy Curien, uno scienziato che vuole impadronirsi del mondo intero.

Ecco quindi conclusa la Top Ten dei videogiochi horror meno menzionati. Molti ormai sono davvero superati e giocarli adesso possono strappare qualche sorriso, ma fidatevi che ai tempi della loro uscita riuscivano a svolgere il loro dovere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *