Recentemente Lou Correa, un deputato americano, ha riportato tramite il proprio profilo twitter, un evento molto interessante dal mondo di World of Warcraft.

Sembrerebbe proprio che all’interno del celeberrimo videogioco online sia sorta una gilda molto… Particolare.

In base a quanto mostrato nel post del deputato, sembrerebbe che i membri di questa vestano i propri personaggi seguendo le fattezze del KKK. Partendo proprio dall’immagine del post è possibile notare sia questa cosa, sia la presenza di altri personaggi, di carnagione scura, alle sue spalle. (Uno porta il nome di “Jessie Jackson”, deputato per i diritti civili)

Oltre a tutto ciò abbiamo anche la frase: “Prossima destinazione Charlottesville”, forse un riferimento storico e il nome della gilda: “The Enclave”.

Queste sono state le parole di Correa in merito:

“Il contenuto generato dagli utenti trovato in World of Warcraft è solo un esempio di come gli estremisti di estrema destra si stanno infiltrando nelle piattaforme online e nei videogiochi”.

“Senza prendere provvedimenti, le aziende creano inavvertitamente porti sicuri che gli estremisti possono sfruttare per reclutare e indottrinare altre persone. Chiedo al settore di fare meglio nel gestire e moderare le loro comunità. I vostri giocatori e fan vogliono giocare, non combattere contro i suprematisti bianchi. E’ necessario prendere seri provvedimenti, per il bene di tutti”.

Restiamo in attesa di una risposta da parte di Blizzard.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *